Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio – La Cittanovese sogna l’impresa a Messina, Zito: ‘Serve partita intelligente’

Calcio – La Cittanovese sogna l’impresa a Messina, Zito: ‘Serve partita intelligente’

Contro il Messina servirà una partita intelligente e adatta a quelle che sono le condizioni di un campo pessimo”. Così l’allenatore Domenico Zito nel corso della conferenza stampa pre partita di questa mattina. Insieme al tecnico, anche il difensore Giovanni Alfano.

ZITO

Dopo le emozioni di domenica scorsa, da martedì siamo tornati concentrati sul percorso che ci aspetta. Alle porte c’è una gara che, per difficoltà e motivazioni, è molto simile a quella con il Bari. Giusto festeggiare un’impresa storica, ma adesso non devono esserci distrazioni. Le insidie al “San Filippo” saranno tante, dall’avversario fino alle condizioni del terreno di gioco”.

Il Messina è costretto a far punti per uscire dai playout. Ma la Cittanovese può sognare in grande. Con quale consapevolezza varcherete lo Stretto?

Siamo alla quarta di ritorno e adesso i numeri hanno un valore. Se i peloritani sono in quella situazione di graduatoria significa che qualche errore lo hanno fatto. Ma credo che anche il campo abbia elle responsabilità. Noi, comunque, non dovremo sottovalutare nulla. I giallorossi hanno un organico di prim’ordine”.

Al “Franco Scoglio” la Cittanovese non ha mai vinto.

Non abbiamo mai vinto, è vero, e abbiamo sempre giocato male. Dobbiamo adeguarci alle situazioni che il campionato ci presenta. Neanche domani potremo fare quello che sappiamo, perché il terreno non ci consentirà il fraseggio o il gesto tecnico. Ma dobbiamo essere intelligenti e scendere nella battaglia sin dal primo minuto”.

Sul piano tattico, cambierà qualcosa rispetto a domenica scorsa?

Noi abbiamo una nostra identità, ma l’avversario di turno richiede delle accortezze particolari. Qualcosa la cambieremo”.

 

ALFANO

Un difensore dalle caratteristiche fisiche e tecniche notevoli. Giovanni Alfano sta proseguendo il suo percorso di crescita in seno alla Cittanovese. Adesso manca soltanto il salto di qualità definitivo.

Per migliorare devo evitare alcune ingenuità. La concentrazione in partita deve sempre rimanere altissima. In questi due anni alla Cittanovese sono migliorato tanto, ma rimane ancora molto lavoro da fare. In ogni caso, qui ci sono le condizioni per fare bene. Sento la fiducia del mister, dei compagni e dell’ambiente. E per questo ringrazio tutti”.

Domani a Messina cosa bisognerà fare per invertire il trend negativo?

Sicuramente dovremo scendere in campo con un atteggiamento diverso. Dovremo essere più spavaldi di altre volte, rispondendo colpo su colpo agli attacchi dell’avversario. Se riusciremo a giocare la palla bene, altrimenti sarà battaglia. Non siamo inferiori a nessuno”.