Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio, Serie D – Cittanovese, Zito: ‘Cerchiamo continuità’

Calcio, Serie D – Cittanovese, Zito: ‘Cerchiamo continuità’

Diamo continuità alla bella prova di domenica scorsa”. È questo il messaggio lanciato dall’allenatore Domenico Zito nel corso della conferenza stampa pre partita di questa mattina. La difficile trasferta di Ercolano sarà un test molto impegnativo, diverso per temi e contenuti rispetto a quello disputato contro il Roccella.

ZITO

Domenica scorsa siamo stati bravi a dare corpo alla voglia di riscatto accumulata dopo la brutta prestazione di Messina – ha esordito il tecnico giallorosso -. Domani dovremo essere altettanto bravi a ripetere quanto fatto sette giorni fa. Contro l’Ercolanese, tra l’altro, avremo meno pressione addosso, e questo ci aiuterà ad esprimerci meglio. Per quello che mi riguarda – ha aggiunto Zito – questa volta ho l’imbarazzo della scelta in termini di organico, nonostante i lungodegenti Cianci, Genovesi e Foderaro. Un fattore che, in passato, ha significato prestazioni positive.

All’andata finì in pareggio. Com’è cambiata la Cittanovese rispetto ad allora?

La Cittanovese di oggi è diversa per consapevolezza ed identità – ha spiegato l’allenatore – ed ha i mezzi tecnici e mentali per fare bene su qualsiasi campo. Quattro mesi fa l’Ercolanese era prima in classifica a punteggio pieno. Allora fummo bravi a gestire la sofferenza nel primo tempo, rilanciando le nostre ambizioni nella ripresa. Il ritorno presenterà temi nuovi. Noi, ad esempio, scenderemo in campo con il 4-3-3, mentre loro si dovranno scoprire concedendo qualcosa alle nostre ripartenze. Tutto materiale da gestire con intelligenza e massima concentrazione, consapevoli dello spessore tecnico dell’avversario”.

Una considerazione sull’acquisto dell’under Vincenzo Mustacciolo del Troina da parte del Parma.

Questa è un’operazione che può starci tutta – ha affermato Zito – perché il calciatore ha grandissime potenzialità e perché, contestualmente, la Serie D è da sempre vetrina privilegiata rispetto al calcio professionistico. Quest’ultimo è un fattore che non deve mai passare in secondo piano. La differenza, in questi casi, la fanno sempre la voglia e l’impegno dei giovani. Oggi vedo in giro tanti ragazzi appagati. Così, tuttavia, difficilmente andranno lontano. La strada dell’impegno non deve conoscere mai interruzioni se si vuole crescere nel mondo del calcio professionistico e sperare nel salto di categoria.

GIOIA

Settimana tormentata per il centrocampista Emanuel Gioia. Acciacchi di natura fisica hanno complicato la preparazione del calciatore in vista del match di domani pomeriggio contro l’Ercolanese. La sua presenza non dovrebbe, comunque, essere in dubbio.

Complessivamente sto bene – ha tranquillizzato Gioia – anche se in settimana alcuni dolori mi hanno costretto a sedute intense di fisioterapia. Per domani proverò a stringere i denti, consapevole dell’importanza della partita che andremo ad affrontare. Ad Ercolano – ha sottolineato – troveremo un avversario tosto ed esperto. Noi, senza dubbio, dovremo tenere alta l’asticella della concentrazione, provando a dare continuità alla bella vittoria di domenica scorsa. Tornare a casa con un risultato positivo vorrebbe dire immagazzinare punti pesanti in una trasferta tra le più difficili. Ma per sorridere dovremo correre più e meglio dell’Ercolanese”.