Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Dodici tesserati pagati in nero in Serie C? Foggia trema

Dodici tesserati pagati in nero in Serie C? Foggia trema

Era un momento di entusiasmo che nella storia del Foggia faceva ricordare i tempi d’oro.
Trasferte oceaniche della tifoseria, una Serie B conquistata dopo vent’anni a suon di investimenti.
Adesso, però,il futuro potrebbe essere più nebuloso. Il vicepresidente onorario dei rossoneri, Ruggiero Massimo CUrci,è stato arrestato da Guardia di Finanza e Polizia.
Fino al maggio del 2017 sarebbe stato socio indiretto, second quanto riporta l’Ansa, del club per il 50% delle azioni.
A lui sarebbero arrivati compensi illeciti da soggetti terzi coinvolti in una prima fase del’inchiesta. Le ipotesi di finanzieri e poliziotti metterebbero in evidenza che quel denaro sarebbe stato usato per finanziare il Foggia ai tempi della Serie C.
Si tratterebbe di autoriciclaggio: ossia fallimento indotto di alcune cooperative sulle quali erano stati scaricati in maniera indebita comepnsazioni fiscali.
Il denaro sarebbe stato utilizzato per pagare in nero alcuni calciatori.
Sarebbero 12 i tesserati pagati in nero, tra cui l’attuale allenatore del Benevento e Zerbi.
In attesa di capire se le accuse troveranno fondatezza, il club ha dichiarato la propria estraneità ai fatti.
Da valutare quella che sarà la reazione della giustizia sportiva.
E intanto nella città pugliese si parla della necessità di allargare l’attuale base societaria.