Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Eccellenza – Gallico Catona, sospiro di sollievo. Salvo dopo la penalizzazione al Sambiase

Eccellenza – Gallico Catona, sospiro di sollievo. Salvo dopo la penalizzazione al Sambiase

Si  tira un lungo sospiro di sollievo, il Gallico Catona  , dopo la penalizzazione del Sambiase, con i 36 punti

conquistati sul campo evita il terno al lotto dei play out e conquista un’agognata salvezza. Al suo posto

farà i play out il penalizzato Salmbiase, mentre la Reggiomediterranea nei play out giocherà contro il Cutro

invece del Corigliano.

Moderato ottimismo nei responsabili della società reggina, ancora una volta, Nello Violante e Natale Gatto

sono riusciti  a portare a compimento la loro missione e non è stato per nulla facile. Quest’anno si è

rischiato tantissimo, una stagione tormentata e contraddittoria, ben tre  cambi tecnici ( Faraone,

Cavallo. Macrì ), 16 sconfitte stagionali, una delle difese più perforate ( subiti 49 reti).

Gli  “over” non hanno reso secondo le loro possibilità.

Di buono e concreto la valorizzazione dei giovani, alcuni “under” Classe 2000 come l’attaccante Giacomo

Tripodi ( tre sigilli), l’omologo Gianluca Carlo, il centrocampista Violante, il difensore Scarcella.

E adesso , il prossimo futuro?

Certamente dopo cinque anni si è “esaurito” un ciclo, uno “zoccolo duro” ( Gatto, Marcianò, Marco

Cormaci, Andrea Penna, lo stesso Calarco) che ha fatto benissimo ma che è alla ricerca di nuovi stimoli e

forse di un nuovo ambiente.

Non sarà facile “rifondare” dalla base, ma va fatto, valorizzando ancor più il settore giovanile con i giovani

del luogo, coinvolgendo in un processo di crescita anche le famiglie.

La splendida struttura del “ Lo Presti” come volano per continuare.

Una società  “veterana” che fa della passione e anche della competenza una priorità, in questa stagione

alcune scelte tecniche sono state errate. Unità d’intenti, serenità, sono essenziali per ripartire, ma

guardando in faccia la realtà adeguata al budget economico.

Chi sarà il nuovo allenatore? E’ bene che si scelga un “ profilo” adeguato alle esigenze e agli obiettivi della

società.

 

Giuseppe Calabrò