Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Toscano a Strill.it: “Crotone e Leicester, due miracoli visti da vicino”

Toscano a Strill.it: “Crotone e Leicester, due miracoli visti da vicino”

di Pasquale Romano – Non si può negare che Mimmo Toscano porti bene. Due i miracoli sportivi andati in scena nell’ultima stagione calcistica, il Crotone in Italia e il Leicester di Ranieri nella Premier League. L’ex centrocampista della Reggina ha avuto modo di vedere da molto vicino le differenti ‘magie’, mentre prendevano forma.

In ordine cronologico, c’è il viaggio in Inghilterra di 4 mesi intrapreso al termine dell’esperienza con la Ternana, conclusasi con le dimissioni. “Ho imparato bene la lingua, mi sono sono confrontato con un calcio molto diverso dal nostro. Chi dice che gli inglesi sono 20 anni si sbaglia, o almeno lo sono soltanto sulle strutture. Le nostre idee rimangono attualissime, Ranieri lo ha dimostrato ampiamente” dichiara Toscano ai microfoni di Strill.it.

Correva il mese di novembre, il Leicester iniziava a credere a quello che sarebbe diventata un’impresa epica, da raccontare ai nipoti. Toscano ha seguito per qualche settimana gli allenamenti della formazione allenata da Ranieri: “Ho avuto anche modo di parlargli, grazie alla ‘mediazione’ di Fausto Silipo, nostra conoscenza comune. E’ una persona straordinaria, si merita questo successo incredibile. Avrebbe potuto toglieri ‘massi’ e non sassolini dalla scarpa per il trattamento ingiusto subito in passato, invece è rimasto un gentiluomo”.

Come è stato possibile, nel campionato per antonomasia della moneta sonante, che a spuntarla sia stata una squadra costruita per la salvezza? “Sono alchimie incredibili e inspiegabili che nel calcio avvengono ogni 50 anni. Ho seguito gli allenamenti e ho visto una squadra ‘pazza’ che sapeva quello che voleva. Il Leicester è stato formidabile ma anche un pò fortunato, considerata la stagione di ‘pausa’ di tutte le big”.

Di ritorno in Italia (precisamente in Calabria), Toscano inizia a seguire assiduamente le partite casalinghe di un vecchio amico. Lo Scida il luogo dove il Crotone ha dato materia ai sogni…: “Il fenomeno non è molto diverso da quello del Leicester. Tutte le componenti hanno funzionato alla perfezione, non si tratta però di una casualità fortuita. La società rossoblù lavora bene, programmando con lungimiranza. L’ambiente è sereno, il giovane talento che va a Crotone sa di poter sbagliare e cosi cresce in fretta”.

Juric il condottiero di una squadra che contro ogni pronostico ha dominato, a braccetto con il Cagliari, il campionato cadetto. “Ivan lo conosco da anni, siamo amici e per certi aspetti caratteriali simili. Abbiamo fatto il corso di Coverciano assieme, conosco bene le sue qualità. E’ un allenatore capace, bravo anche nel capire quali opportunità cogliere. Ha scelto Crotone tra tante richieste, convinto di poter fare bene e cosi é stato”.