Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Ranieri eroe, l’emozione di Di Marzio: “Che favola. Lui ancora legato al Catanzaro”

Ranieri eroe, l’emozione di Di Marzio: “Che favola. Lui ancora legato al Catanzaro”

L’uomo del momento. Claudio Ranieri è giustamente sulla ribalta italiana ed internazionale dopo che il suo Leicester ha conquistato, contro ogni pronostico, la Premier League. Arriva dopo tanti anni di carriera il gradino più di alto di un tecnico che non voleva fare l’allenatore…: “La favola di Ranieri parte da molto più lontano, da Lamezia Terme, la prima squadra che Claudio ha allenato. E pensare che lui nemmeno voleva farlo l’allenatore. Fui io a covincerlo, andavo a vedere i suoi allenamenti e cercavo di dargli una mano. Lui era uno molto riservato e aveva pensato di uscire dal mondo del calcio per occuparsi delle attività di famiglia”.

Gianni Di Marzio, prima ancora che ex allenatore, è amico di Ranieri, i trascorsi sono antichi e portano in Calabria:  “La cosa che mi inorgoglisce tanto è che Claudio, quando gli hanno chiesto di paragonare il suo Leicester a qualche altra squadra, ha parlato del nostro Catanzaro. Poteva parlare di Guardiola, del Bayern, del Barcellona, invece lui ha parlato di quella squadra che, nella stagione 1974/75 si rese protagonista di una storica promozione in A. Con le dovute proporzioni, anche quella fu una bella favola” ricorda emozionato l’attuale dirigente del Palermo.

Di Marzio entra nel dettaglio, e spiega come Ranieri sia rimasto davvero legato all’esperienza trascorsa in giallorossa: “Lui ancora ringrazia i compagni di Catanzaro a distanza di anni, persone con cui è rimasto legatissimo. Per 10 anni li ospitava ogni estate a sue spese, insieme alle famiglie, sulla sua barca. E questa tradizione continua ancora adesso. Ci si ritrova tutti insieme prima dell’estate nel suo Casale in Toscana, dove rimaniamo qualche giorno ricordando i bei tempi di Catanzaro.