Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Automobilismo – Titolo italiano per il calabrese Claudio Gullo

Automobilismo – Titolo italiano per il calabrese Claudio Gullo

Claudio Gullo è  Campione italiano velocità montagna  della  Coppa  di  classe E1 1150, il portacolori della distilleria Caffo di Limbadi, managerialmente  gestito  dalla Jolly  team competition, e seguito  come scuderia  dalla LM Motorsport  di  Napoli, presieduta dal manager  Marco Limoncelli, si è imposto nella Blasonatissima cronoscalata Siciliana Coppa Nissena  a Caltanissetta, il pilota di “Pippo” e Nuccio Caffo che dal  2006  porta  sui  circuiti di gara  Italiani, Europei  e Mondiali i brand  Internazionali   Vecchio Amaro del Capo, Liquorice e San Marzano Borsci, ha disputato la stagione sportiva al volante di una volkswagen Polo kit-car curata  e gestita dal papà Francesco, insieme ad un  gruppo di  fedeli  amici che  lo seguono sempre sui  campi di gara, il pilota della  piana di Lamezia  ha ottenuto  12 Vittorie  di  manche in giro per l’italia, aggiudicandosi  nonostante varie  sfortune  tecniche la  Coppa Tricolore civm di classe,  già in passato il pilota di Caffo era  stato Campione nella velocità montagna, aggiudicandosi  al volante di una polo gruppo “N” una coppa italia Assoluta, poi erano arrivate a raffica le vittorie sue prototipi Elia Avrio, che gli avevano permesso di  vincere una  Coppa Italia Assoluta, Un Campionato Italiano civm di gruppo E2b, 2  titoli Nazionali  Nazionali  csai di classe  nel  Trofeo Italiano, premiato più  volte dal CONI  per meriti sportivi, il Campione Lametino  e  l’azienda di  Limbadi non si erano più  voluti impegnare in un campionato completo nei  tornanti di montagna, ma avevano preferito correre un  po’ ovunque, portando in  giro per l’italia,per l’europa  ed  per il mondo i loghi aziendali  in varie categorie del motorsport,  dal Karting  fino a passare per la motonautica  Mondiale, dove Gullo nonostante la  completa  inesperienza ha ottenuto un nono posto in gara  due  nel  mondiale di Tallin osy 400 in Estonia, poi un bruttissimo incidente  con fratture multiple alle vertebre  lo  hanno  tenuto  fermo per mesi, nel frattempo  il  Coni  lo aveva  ripremiato per i meriti sportivi che aveva dimostrato nella motonautica  iridata(primo Calabrese a correre negli inshore) che solo la sfortuna  per ora ha  impedito di poter ottenere risultati  maggiori, quest’anno  Caffo ha deciso di impegnarsi  nel  civm, è Claudio lo ha ripagato con il titolo di classe e tante belle prestazioni in giro per lo Stivale.

“Sono molto contento del  titolo Nazionale appena vinto, ringrazio tutte  le persone che mi hanno tifato, l’azienda Caffo per  la quale Corro da pilota dal 2006, il mio team, mio papà e la mia famiglia, dopo tanta sfortuna  finalmente  stiamo ritornando dove voglio essere, spero nel  2018 di poter  avere tra le mani un Volante  più  potente, naturalmente un “occhio” è sempre puntato sulla motonautica  iridata, spero di poter  tornare  e  vincere  quello che per  “Sfortuna” non  sono riuscito a Vincere,ma  per ora sono proiettato alla prossima sfida  nei rally con la scuderia  LM motorsport , la stagione continua, sono un pilota poliedrico, mi piace guidare di tutto e sfidare chiunque, anche in specialità non mie,  grazie a tutti.