Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Calcio a 5 femminile, la Royal abbatte Molfetta. Carnuccio: ‘Non era semplice’

Calcio a 5 femminile, la Royal abbatte Molfetta. Carnuccio: ‘Non era semplice’

E sono cinque! La Royal supera anche Molfetta ed ottiene la quinta vittoria consecutiva. In un PalaSparti ricolmo di passione e spettatori, più del solito, la squadra del duo Mazzocca-Vetromilo incamera altri tre punti importanti per la propria classifica. Dopo un primo tempo che conferma qualche difficoltà nel concretizzare le tante occasioni da rete, la Royal sblocca in apertura con una doppietta della ritrovata Mirafiore, due gol che spianano la strada alle lametine, brave poi a dilagare con la sempre più presente sottoporta capitan Leone (3° sigillo personale) e, finalmente, con una doppietta anche di Sharon Losurdo. La brava attaccante ex Breganze dopo la tripletta di Policoro, mostra le proprie doti di goleador anche in casa salendo così a quota 8 reti totali.

E nell’intervallo significativo gemellaggio tra Royal e Vigor Lamezia, con i rispettivi presidenti, Mazzocca e Butera, e capitani, Marrazzo (a breve il suo rientro) e Ottonello,  alla presenza del sindaco Mascaro e dell’assessore allo sport Graziella Astorino, con reciproco scambio di targhe nel segno dell’amicizia e della collaborazione tra le società lametine.

Mister Carnuccio schiera all’inizio Liuzzo in porta, quindi Leone, Fragola, Ierardi e Losurdo. Risponde Molfetta con Di Cuonzo, Di Corato, Volpicella, De Filippis e Borracino.

CRONACA. Il primo squillo è del Molfetta: ci prova Borracino da fuori, brava Liuzzo a respingere coi piedi. Quindi Royal che inizia a prendere le misure e in sequenza con Losurdo, , diagonale a lato, e doppia conclusione di Mirafiore, brava sempre il portiere a respingere, va vicina al gol. Quindi break-Molfetta e decisiva la Liuzzo in porta: prima Volpicella e poi Di Corato obbligano il portiere a superarsi coi piedi. Riprende il comando la Royal con la scatenata Losurdo che però non è lucida al momento di concludere due volte (12’ e 14’), quindi imbecca bene Ierardi, ma il diagonale è a fil di palo. Chiusura di tempo ancora con Losurdo, fendente di poco alto e Fragola bloccata da Di Cuonzo in uscita.

Nell’intervallo mister Carnuccio tocca le corde giuste, riappare una Royal più determinata e agonisticamente più pimpante e così Mirafiore inizia a fare le prove del gol con un diagonale a fil di palo. Quindi realizza una doppietta nel giro di 3 minuti e mezzo. Prima ruba palla a centrocampo si invola, resiste al ritorno del difensore e piazza un rasoterra per l’1-0. Poco dopo sempre Mirafiore, su tiro dalla distanza di Malato, sfiora ma con classe di destro e la palla aggira il portiere sbilanciato. 2-0. Ma Molfetta non si arrende, anzi con Borracino, brava la Liuzzo, e punizione di De Filippis va vicino al gol. Si rivede la Royal, due volte Mirafiore sfiora il tris, e così anche Mezzatesta con un colpo di tacco su assist di Fragola. Quindi ancora Molfetta: tiro da lla lunga distanza di Di Corato e Liuzzo deve volare all’incrocio per dire no; ed è brava poco dopo coi piedi su De Fillippis. Le pugliesi ci provano anche col quinto ‘uomo’ (Di Corato), ma è la Royal che dilaga: prima Liuzzo sfiora il gol su rinvio a porta vuota; quindi Leone e Losurdo chiudono la contesta con altri tre gol. Il capitano in diagonale dopo uno scambio proprio con Losurdo. Lo stesso pivot prima con un tiro dalla propria  difesa a porta vuota, e poco dopo spizzicando di testa su rilancio di Liuzzo. E alla fine applausi per tutti. “Fare 11 gol in due gare e giocarle in 4 giorni non era semplice – inizia mister Carnuccio. Sono soddisfatto della squadra: nel primo tempo è stata una bella gara, giocata a ritmi alti, mettendo pressione al Molfetta, sicuramente una buona squadra. E comunque abbiamo avuto più occasioni noi. Nella ripresa abbiamo cambiato atteggiamento, giocando senza pivot, aspettandole nella nostra metà campo e ripartendo con azioni veloci. E proprio il primo gol di Mirafiore è arrivato così. Futuro? Ancora è presto per parlare di scontri diretti o altro: dovremo aspettare dicembre. Dal canto nostro dovremo pensare solo a noi stessi e a migliorare ancora, soprattutto dovremo razionalizzare le energie dopo questo tour de force di gare ravvicinate. Grazie al sostegno del pubblico, il palazzetto oggi era pieno!”. E soddisfatto pure il sindaco di Lamezia, Paolo Mascaro: “Sono arrivato nel secondo tempo e posso dire di aver portato fortuna alla Royal avendo visto tutti e 5 i gol. Avevo già presenziato ad altre partite della Royal in passato e sono certo che raggiungerà i suoi obiettivi. Gemellaggio? Un evento bellissimo e significativo quello tra Royal e Vigor Lamezia: con l’unione e la coesione di tutte le squadre si potrà continuare a raggiungere ognuno i propri obiettivi, in una città che ha sempre puntato sullo sport, ottenendo sempre ottimi risultati, ad iniziare dal calcio. Dalle difficoltà bisogna ripartire per raggiungere ciò che di bello si era fatto”.

ROYAL: Liuzzo, Leone, Fragola, Mirafiore, Losurdo, Malato, Mezzatesta, Sommacale, Ierardi, Tinè, Pileggi, Fucile. All. Carnuccio

MOLFETTA: Di Cuonzo, Polacco, Di Corato, Volpicella, De Filippis, Borracino, Mazzuoccolo, Narsete, Ferrando Chiariello, Modugno, Barbaro, Tetro. All. Iesi

ARBITRI: Merenda di Reggio Calabria e Cannistrà di Catanzaro. Crono: Guerra di Catanzaro.

RETI: st 2’27” e 4’03” Mirafiore, 17’12” Leone, 18’44” e 19’21” Losurdo.