Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / ‘Scatolone’, Pirillo: ‘A Reggio si pensa agli immigrati e non ai nostri bambini’ (VIDEO)

‘Scatolone’, Pirillo: ‘A Reggio si pensa agli immigrati e non ai nostri bambini’ (VIDEO)

‘Non ne possiamo più, sono due mesi che questa storia va avanti. Abbiamo già fatto cinque manifestazioni ma non sono servite a nulla, inoltre solo ad una di queste l’amministrazione comunale ha presenziato’, queste le parole di Romana Pirillo, dirigente della società Nuova Jolly. Ieri a Piazza Italia presenti diverse società dilettantistiche giovanili, prosegue la protesta inerente all’impianto ‘Scatolone’, da settimane occupato dagli immigrati.

‘In questa città si pensa a sistemare il Granillo o agli immigrati, ma alle esigenze dei nostri bambini -prosegue Pirillo- non ci pensa nessuno, sono costretti ad allenarsi per strada. Bisogna difendere il loro diritto a fare attività sportiva, il 2 ottobre inizieranno i campionati e noi saremo costretti a rinviare le gare’.

IL VIDEO CON LE DICHIARAZIONI INTEGRALI DI ROMANA PIRILLO