Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Basket – Trofeo Sant’Ambrogio: trionfa Barcellona, Bermè Viola fuori dal podio

Basket – Trofeo Sant’Ambrogio: trionfa Barcellona, Bermè Viola fuori dal podio

di Gianni Tripodi – Va in archivio la quarantatreesima edizione del Trofeo Sant’Ambrogio, in finale è Barcellona alla fine a spuntarla su Agrigento (76-73) e ad aggiudicarsi il primo posto. Due giornate di grandi emozioni sportive e non solo che hanno dato la possibilità al pubblico reggino di riabbracciare gli eroi del ‘93. Dopo la prima giornata in cui è stato premiato il quintetto ideale del 2000 composto da Meneghin, Magnifico, Riva, Premier e Marzorati nella serata finale il presidente della Viola Giusva Branca ha premiato gli indimenticabili: Sasha Volkov, Dean Garrett, Donato Avenia, Sandro Santoro, Marco Spangaro, Agostino Li Vecchi, Gustavo Tolotti, Paolo Giuliani e Lucio Laganà tra gli applausi scroscianti dei presenti. La Viola invece non è riuscita a salire sul podio. Così come contro Barcellona la gara si è decisa solo nel finale, senza però arrivare al supplementare questa volta. I nero arancio sono arrivati stanchi agli ultimi minuti di gioco dopo aver rincorso per tutto il match gli ospiti apparsi senza dubbio più cinici. Sul 72 pari a 20” dal termine gli uomini di coach Benedetto hanno avuto la possibilità di portare a casa il terzo posto, l’attacco finale però è forzato e sul rimbalzo difensivo parte in contropiede l’americano Mayo che tenta la tripla della vittoria, fallo ingenuo di Mordente che regala tre liberi e la vittoria a Scafati (72-75). Soliti segnali positivi da Ghersetti (11) e Brackins (13 punti e 10 rimbalzi) che si confermano tra i migliori di questo precampionato, ancora sottotono Freeman nonostante i 15 punti con il 67% dal campo. Senza Spinelli tenuto a riposo precauzionale a causa di un risentimento al ginocchio, è partito in cabina di regia il giovane Costa che ha sofferto non poco il maggiore atletismo di Mayo, match winner e miglior realizzatore con 21 punti. Sprazzi da parte di Rullo entrando dalla panchina con i suoi 16 punti e con un Mordente ancora non al top la Viola dovrà trovare la miglior forma in vista dell’esordio di campionato ormai alle porte (4 ottobre contro Casal Monferrato).

43° Trofeo Sant’Ambrogio

Bermè Viola Reggio Calabria – Basket Scafati 72-75

Parziali: 23-20, 42-37, 60-56, 72-75

Arbitri: Fabio Politi e Aldo Travia

Bermè Viola Reggio Calabria: Freeman 15, Costa 3, Lupusor 5, Mordente 9, Rullo 16, Ghersetti 11, Sindoni ne, Crosariol ne, Brackins 13, Spinelli ne

Coach: Giovanni Benedetto

Basket Scafati: Portannese 13, Di Palma ne, Crow 2, Spizzichini 3, Rezzano 5, Melillo ne, Baldassarre 1, Mayo 21, Simmons 19, Matrone ne, Loschi 11

Coach: Giovanni Perdichizzi

Finale per il terzo posto al Pala Calafiore tra Bermè Viola Reggio Calabria e Basket Scafati. Coach Benedetto fa riposare Valerio Spinelli e lancia in quintetto il giovane Costa assieme a Mordente, Freeman, Ghersetti e Brackins. Inizia il match con Simmons subito protagonista, 4 punti per l’americano in area pitturata, Brackins in sottomano, ma gli ospiti allungano con la tripla di Loschi, 7-2. Ghersetti ben servito da Freeman, Simmons è immarcabile, altri 7 punti e Scafati vola sul 14-6, timeout Benedetto. Continua il Simmons show (14 punti), tripla in allontanamento del +11, la difesa nero arancio non riesce a limitarlo, la stoppata liberatoria di Brackins scuote i compagni. Sul finire di tempo la Viola riduce il gap con le giocate di Freeman e Brackins, 23-20. Secondo quarto: Zona 2-3 degli ospiti punita subito dal piazzato di Brackins, tripla forzatissima di Loschi, Rullo con il gioco da tre punti per il -1 Viola. Lupusor stoppa Simmons, buon impatto dalla panchina per Rullo, tripla del pareggio, Scafati si riporta avanti con i canestri di Loschi e del solito Simmons, 42-37. Terzo quarto: Cinque punti consecutivi di Portannese portano Scafati sul +10, Ghersetti predica nel deserto, Mayo prima con la tripla e poi con il canestro e fallo subito dà nuovamente slancio agli ospiti, +13. Ancora Ghersetti stavolta con la tripla, risposta dalla lunga di Mayo, 56-43. Punti pesanti per l’ex Rezzano, Costa dall’angolo, i due americani ospiti fanno impazzire la difesa nero arancio, Mayo per il +9. Ghersetti di rapina segna subendo il fallo e la Viola torna a respirare, 60-56. Quarto quarto: Tiri forzati per Brackins e Rullo, sono le due triple consecutive di Mordente e Rullo a spingere i nero arancio verso la rimonta, +1 a 6’47” da termine, timeout Perdichizzi. Tripla da campione di Marco Mordente, Simmons si rimette a lavoro sotto canestro realizzando due punti facili contro Lupusor, si va in lunetta: Freeman e Mayo fanno 2/2, 67-66. Rullo in penetrazione e Freeman alza la parabola, timido tentativo di fuga per i nero arancio, Mayo impatta sul 72 pari. Ultimo possesso Viola a 20” dal termine, Rullo sbaglia il canestro della vittoria, Mayo prova la tripla, ma mentre sta per tirare subisce il fallo ingenuo di Mordente, in lunetta fa 3/3 e regala la vittoria Scafati, finisce 75-72.