Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio – Vibonese, Caffo e Beccaria: ‘Ci siamo, ci saremo e faremo valere i nostri diritti’

Calcio – Vibonese, Caffo e Beccaria: ‘Ci siamo, ci saremo e faremo valere i nostri diritti’

Una riunione informale. Al cospetto di numerosi tifosi i quali hanno potuto apprendere dalla loro viva voce che il progetto Vibonese continua, a prescindere dalla categoria.

Il presidente Pippo Caffo e il dg Danilo Beccaria, alla presenza del ds Battaglia e del segretario generale Mancini, hanno incontrato una nutrita delegazione di tifosi, che si era recata allo stadio per capire quali sono le intenzioni della società, dopo un’amara quanto immeritata retrocessione.

Dall’esito di questo incontro informale è emersa la volontà di Pippo Caffo e di Danilo Beccaria di proseguire la loro avventura alla guida della Vibonese «qualunque sarà la categoria alla quale parteciperemo».

Una promessa di impegno e di rilancio delle proprie ambizioni che i tifosi rossoblù hanno accolto con applausi e tanto entusiasmo. D’altra parte era proprio questo che volevano ascoltare.

Quindi Pippo Caffo ha dichiarato che la società farà di tutto, e nelle sedi opportune, per far valere i propri diritti e per verificare se le regole sono state rispettate da tutti. Se ci saranno i margini per essere riammessi in Lega Pro nulla si lascerà di intentato. «E faremo i passi necessari per farci dire, dagli organi della giustizia sportiva competenti, se tutti hanno fatto ciò che prevedeva il regolamento, come ha fatto la Vibonese fino all’ultimo».

La squadra rossoblù, insomma, avrà un futuro e si ripartirà con rinnovate ambizioni a prescindere dalla categoria. «Noi ci siamo e ci saremo. Approfittiamo di questa riunione – hanno poi dichiarato Caffo e Beccaria – per ringraziare i calciatori e lo staff tecnico per l’impegno profuso nel tentativo di raggiungere la salvezza. Purtroppo per un gol non siamo riusciti a mantenere la categoria. E soprattutto un grosso grazie ai tifosi che oggi sono presenti qui e che stanno dimostrando di avere a cuore le sorti del club. Grazie, infine, a tutti coloro che domenica hanno riempito gli spalti del Luigi Razza ed a quelli che pur non potendo essere presenti, ci seguono costantemente da lontano».

Fonte: usvibonese.com