Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto, Serie B – Ancora una vittoria per l’Auditore Crotone, ora si sogna il terzo posto

Pallanuoto, Serie B – Ancora una vittoria per l’Auditore Crotone, ora si sogna il terzo posto

POLISPORTIVA ACESE – R.N. AUDITORE CROTONE = 6-12

(1-2; 0-3; 1-5; 4-2)

Formazioni:

POLISPORTIVA ACESE: Tropea, Randazzo, Rapisarda, Mensa, Barranco, Garozzo, Aiello, Belluso, Zummo, Greco, Schilico’, Cardinale, Torsi

Allenatore: Sig. Cannavo’ Sergio

 

R.N. AUDITORE CROTONE: Palermo, Chiodo, Amatruda, Arcuri, Graziano, Trocciola, Candigliota, Morrone, Spadafora, Lucanto, Karacsony, Ciligot, Cavallaro

Allenatore: Sig. Francesco Arcuri

 

Arbitro: Sig. Scafidi


Ad una sola giornata dal termine di questo fantastico campionato, la R.N. Auditore non finisce di stupire. Con grande personalità infatti, la formazione crotonese “sbanca” Catania vincendo con grande personalità l’incontro che l’ha vista opposta ad una diretta concorrente per il quarto posto in classifica ovvero la Polisportiva Acese. Il punteggio di 12 – 6 per i pitagorici la dice tutta sulle differenze espresse in acqua e sulla capacità dei calabresi di giocare da grande squadra anche in campo avverso.

Una partita iniziata con una partenza lampo dei siciliani a segno nella prima azione. Colpiti a freddo, i ragazzi di Mister Arcuri però non si sono scomposti ed hanno cominciato a macinare azioni con grande velocità pareggiando quasi subito con un gran goal del mancino ungherese Karacsony. Neanche il tempo di giocare la palla al centro ed ancora Rari in rete con Spadafora. I catanesi le hanno provate tutte per riequilibrare il match ma la didfesa ospite è sembrata impenetrabile con il portiere Palermo quasi impeccabile.

Seconda frazione di gioco con l’Auditore straripante e molto concreta. Si voleva a tutti i costi vincere e farlo bene ed infatti prima Spadafora, poi il bomber Vincenzo Arcuri e poi ancora Spadafora hanno gonfiato la rete avversaria portando il vantaggio sul 4-1.

Al cambio campo, Mister Arcuri ha chiesto il cosiddetto “colpo di grazia” ed infatti la formazione crotonese è riuscita a segnare ben 5 reti con la doppietta del “centro boa” Graziano, Cavallaro, Trocciola ed ancora Spadafora, incontenibile.

Ultimo tempo in vantaggio per 10-2 e la Rari a giocare in scioltezza permettendo ai padroni di casa di accorciare le distanze subendo però comunque altre due segnature con Trocciola ed il mancino Chiodo.

Con questo risultato la Rari Nantes è sicura quarta ad una sola giornata dal termine ma “vede” ad un solo punto di distanza il terzo posto occupato dall’Etna Waterpolo. I siciliani saranno impegnati in casa contro il CUS UniMe, seconda forza del campionato, mentre i pitagorici avranno ospite il Cosenza Nuoto, settimo in classifica, in un derby che deve assolutamente essere giocato lasciando negli spogliatoi il ricordo della brutta vicenda del girone d’andata. Siamo sicuri che la maturità sempre mostrata dalla formazione del Presidente Ape sarà ancora una volta messa in campo ed il pubblico crotonese potrà ammirare e festeggiare i propri beniamini autori di un campionato strepitoso assistendo ad uno spettacolo di pallanuoto di alto profilo.

 

RISULTATI

Ossidiana Messina – Nuoto 2000 NA = 10 – 6

Cosenza Nuoto – Waterpolo CT = 7 – 7

CUS Unime – Swim Accademy = 18 – 2

Polisp. Acese –  R.N. Auditore = 6 – 12

Basilicata 2000  – Etna Waterpolo  = 5 – 6

 

 

PROSSIMO ED ULTIMO TURNO:

Etna Waterpolo – CUS UniME

Waterpolo CT – Ossidiana ME

Nuoto 2000 NA – Basilicata 2000

R.N. Auditore Crotone – CS Nuoto

Swim Accademy – Pol. Acese

 

CLASSIFICA

WATERPOLO CATANIA 46
CUS UNIME 41
ETNA WATERPOLO 30
R.N. AUDITORE CROTONE 29
POLISPORTIVA ACESE

BASILICATA NUOTO                           

24

23

COSENZA NUOTO

SWIM ACCADEMY

20

13

NUOTO 2000 NAPOLI 12
OSSIDIANA MESSINA 10