Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio, Eccellenza – Reggiomed, niente buone notizie da Roccella. Un’altra settimana di passione

Calcio, Eccellenza – Reggiomed, niente buone notizie da Roccella. Un’altra settimana di passione

di Giuseppe Calabrò – Da Roccella non arrivano buone nuove, quindi , un ‘altra finalissima per Reggiomed e Corigliano , una delle

“saluterà” l’ Eccellenza.  Stagione “infinita”, altri 90 minuti  oltre ipotetici  supplementari di sofferenza  e

apprensione.

Si dovrà decidere per la terza retrocessione dal massimo campionato regionale dilettantistico.

Ancora  un “ appendice” per la Reggiomed che dovrà affrontare sempre a Croce Valanidi il Corigliano

in una gara che vale  una stagione. Nella gara 1 play out la Reggiomediterranea aveva superato il Cutro

dopo i tempi supplementari, il Corigliano aveva battuto il Sambiase. Le due compagini ritornano  a giocare

dopo due settimane.

Dall’latro capo del filo dice Bruno Leo, deux macchina della formazione reggina :   ancora un’altra  

settimana di lavoro, i ragazzi e mister Carella sono concentrati e decisi a conseguire l’obiettivo della

permanenza , lo slogan “ tutti al  campo” , conclude Leo, si ripeterà anche domenica prossima.  

La formazione di Bruno Leo deve sfruttare  il  “  bonus” del fattore interno e  i due risultati a favore.

Corigliano comunque non è avversari facile, anzi tutt’altro. è in crescendo in questo finale di stagione.

Subisce parecchie reti, ma ha un fronte offensivo prolifico con il “bomber” Catania.   

La saldezza di nervi sarà determinante  in un match che si auspica abbia anche una terna arbitrale

all’altezza della situazione vista l’elevata posta in palio. Il minimo errore sarà fatale.

Si faticherà ancora per un’altra  settimana sotto le direttive di Peppe Carella e del preparatore atletico

Brancati.

Reggiomed baldanzoso che fa della “freschezza  atletica” la sua forza preponderante,  Daniele Zappia in

condizioni fisiche eccezionali sta facendo la differenza in questo ultimo scorcio di torneo.

Il dogmatico Peppe Carella ha inculcato ai suoi ragazzi  la giusta mentalità, giocatori di qualità come

Daniele Zappia, Hanine, Pietro Candido,Loris Cannzzaro  possono fare la differenza con le loro giocate di

pregio. Purtroppo non ci saranno gli squalificati Kabangu e Vigoroso nel reparto avanzato.

In difesa si erge la duttilità di Gianni Marcianò e la forza atletica di Foti, l’intelligenza tattica di Bossi.