Home / Sport Strillit / BASKET / Preperazione fisica nella pallacanestro, grandi consensi per il seminario ospitato a Catanzaro

Preperazione fisica nella pallacanestro, grandi consensi per il seminario ospitato a Catanzaro

Sabato 20 Maggio la facoltà di Scienze Motorie di Catanzaro ha ospitato con profitto e numeri significativi un seminario dedicato alla preparazione fisica della pallacanestro .
II Comitato regionale FIP della Calabria è stato partner attivo dell’iniziativa atta a promuovere a tutti i livelli quelle che sono le metodologie e le esperienze più adatte per l’allenamento del giocatore di pallacanestro.
L’iniziativa, nata in sinergia con l’Università degli Studi di Catanzaro con la collaborazione dell’Associazione preparatori fisici Italiani Pallacanestro ha ottenuto un risultato incredibile: l’unità di iscrizioni “facoltative” ha sfiorato i 250 studenti.
I relatori sono stati Gianni Cedolini (Coordinatore dei corsi di formazione FIP) e Roberta Vozza (Preparatrice fisica territoriale Calabria).
I lavori sono partiti alle ore 9 dopo la presentazione affidata al delegato Fip di Catanzaro Alessandro Scozia ed al Presidente del Cna regionale Danilo Chiarella.
“Il ruolo del preparatore fisico e la formazione della Federazione Italiana Pallacanestro” è stata la prima argomentazione trattata da Gianni Cedolini, coordinatore dei corsi di formazione Fip: i lavori sono continuati con il tema dalla seguente argomentazione “Il modello prestativo del gioco e del giocatore” dove argomenterà la preparatrice fisica territoriale della Calabria, Roberta Vozza; l’intensa mattinata, infine si è conclusa con la tematica relativa all’”Allenamento fisico del giocatore di pallacanestro” tenuta nuovamente da Gianni Cedolini. E’ stato davvero importante e significativo l’apporto organizzativo di Gianvito Fontanella Molea.
Il tecnico Gianni Cedolini ha affermato:”I contenuti che abbiamo introdotto sono stati sviscerati in maniera molto chiara ma ovviamente in modo sintetico considerato il tempo a nostra disposizione, ma ho voluto dare delle indicazioni su quello che per noi tecnici e preparatori sono legati al gioco ed ai giocatori. Molto spesso ci mettiamo dietro ad un “paravento” non specificando le problematiche dei giocatori  del settore giovanile. Ragazzi che, per mancata esperienza o per metodiche vetuste lavorano solo a livello generale: ho voluto specificare che l’aspetto specifico del modello prestativo che un ragazzo possa migliorare tutte le proprie capacità. Rapidità, agilità, forza e stabilizzazione sono le armi per far bene all’interno di questo percorso condiviso dallo staff nazionale e dalla federazione.
La preparatrice fisica territoriale della Calabria,Roberta Vozza ha affermato:”Impressioni positive. Non mi aspettavo questa partecipazione. Duecentoquarantasette iscritti sono davvero un numero cospicuo considerando che gli studenti hanno terminato il proprio cammino relativo alle lezioni appena al venerdì. E’ stata la prima collaborazione tra la Fip Calabria e l’Università di Catanzaro: io ho creduto tanto in questo progetto per dare una specifica importante sul basket agli studenti. Mi auguro che nel prossimo mese possa partire un nuovo corso di Preparatore di base”.
Unknown Unknown2