Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – Zoom sulla preparazione fisica con la referente Roberta Vozza

Basket – Zoom sulla preparazione fisica con la referente Roberta Vozza

 Presenti alla giornata Antonio Bocchino e Roberta Regis. L’allenatore della Nazionale Under 16 maschile e il tecnico federale, insieme all’RTT Domenico Bolignano e al PFT Roberta Vozza, hanno sostenuto sessioni d’allenamento con giocatori delle annate 2000, 2001 e 2002. Abbiamo ascoltato la Referente della preparazione fisica in Calabria, Roberta Vozza.Tanta attenzione per la preparazione fisica. Un suo feedback?

E’ andata bene perché gli allenatori sono molto interessati alla sfera fisica. In Calabria siamo pochi e stiamo cercando di crescere numericamente dunque, l’allenatore che non ha il preparatore fisico è molto attento su questa argomentazione.
Nel suo discorso parlava di cinque preparatori fisici nazionali in tutta la Calabria contro numeri molto più alti nelle altre regioni. Che succede?
Cinque in attività ed altri due che non fanno più i preparatori fisici. In confronto ai 69 della Lombardia ed ai 34 di base della stessa regione siamo sicuramente indietro. Siamo in crescita e tenterà di partire con un nuovo corso per preparatore fisico di base.Stiamo organizzando un Convegno con la collaborazione della Facoltà di Scienze Motorie di Catanzaro alla presenza del Professor Cedolini.Siamo riusciti, grazie al Comitato della Fip Calabria ad organizzare questo Convegno molto importante. La Fip Calabria ha visto che c’è l’esigenza di puntare su questo aspetto della pallacanestro e credo che la strada sia quella giusta.
Una strada potrebbe essere il rendere obbligatorio il preparatore fisico in ogni team?
Sarebbe un’utopia. Le società non vivono un buon momento e fanno fatica a trovare orari e campi di allenamento.Pagare un preparatore fisico per poi non poterlo fare allenare sarebbe fastidioso.Un Preparatore che nella maggior parte delle società della Calabria non c’è è a mio avviso una figura fondamentale.
E nel basket di oggi è fondamentale conta quasi quanto la tecnica?
Si, il basket è più che fisico. Gli stranieri hanno una preparazione diversa.Non è soltanto un divario tecnico e tattico.In Calabria non siamo soltanto più bassi ma anche più lenti. C’è un divario evidente.Ci sono società che ci lavorano ma siamo ancora culturalmente indietro.