Home / Sport Strillit / BASKET / Basket: Playout A2, festa grande al Pala Calafiore per la salvezza della Viola

Basket: Playout A2, festa grande al Pala Calafiore per la salvezza della Viola

di Gianni Tripodi –  La Viola è salva! I nero arancio chiudono la serie playout contro Chieti in gara 4 (3-1) davanti al meraviglioso e caloroso pubblico del Pala Calafiore e possono così festeggiare la permanenza nel campionato di A2. Dopo una stagione regolare fallimentare da soli 9 successi e ben 21 sconfitte, la salvezza, soprattutto a metà marzo, dopo i sette ko consecutivi, la crisi di gioco e la penultima posizione in classifica sembrava essere un miraggio. La svolta è arrivata con l’esonero di Paternoster che è servita a dare la scossa a tutto l’ambiente. Grande merito va dato al coach reggino Domenico Bolignano che, dal 26 marzo, ha preso in mano una vera e propria patata bollente ed è riuscito dopo un serie playout a raggiungere l’obiettivo stagionale. Grande soddisfazione da parte di tutta la società, dal patron Giancesare Muscolino e dal presidente Raffaele Monastero e dal direttore generale Gaetano Condello, gli errori di valutazione commessi durante questa stagione serviranno da lezione per il prossimo anno, tutto è bene quello che finisce bene, il prossimo anno sarà ancora A2, la città di Reggio lo merita!

Serie A2 – Playout 1° Turno – Gara 4

Viola Reggio Calabria – Proger Chieti 98-84

Parziali: 23-11, 51-32, 72-54, 98-84

Viola Reggio Calabria: Taflaj 8, Caroti 17, Fabi 25, Rossato 3, Ciccarello ne, Guariglia, Guaccio, Voskuil 19, Marino ne, Marulli ne, Powell 26, Babilodze,

Coach: Domenico Bolignano

Proger Chieti: Golden 22, Mortellaro 17, Allegretti, Fallucca 2, Turel, Venucci 4, Piccoli 12, Zucca 6, Sergio 3, Davis 8

Coach: Maurizio Bartocci

Chieti col coltello tra i denti parte fortissimo con Venucci e Golden per lo 0-4 iniziale, ma è solo un fuoco di paglia, ai nero arancio basta davvero poco per accendersi, le triple di Fabi, Voskuil e Caroti valgono il sorpasso, 13-6. Al primo timeout di Bartocci, applausi scroscianti del Pala Calafiore, Golden prova ad entrare in partita, ci pensa Powell con sette punti consecutivi ad allontanare gli ospiti (+15) che accorciano nel finale, 23-11. Nel secondo quarto nuovo 4-0 per gli abruzzesi che provano con aggressività a scardinare la difesa dei nero arancio che colpiscono in transizione con due triple di Fabi, 32-17. La Viola ha in mano in pallino del match con Chieti sempre a rincorrere, la tripla pazzesca realizzata con fallo subito da Voslkuil vale il +16. Match a senso unico, dominio sui due lati del parquet per Fabi e compagni che riescono anche ad arrivare al massimo vantaggio (+20), si va all’intervallo sul 51-32. Dal rientro dagli spogliatoi la musica non cambia i nero arancio sono padroni del campo, Chieti sembra aver ormai mollato la presa con Powell dominante sotto i tabelloni e Voskuil a colpire dalla lunga, sul +29 la Viola inizia a vedere il traguardo, tutti in piedi al Pala Calafiore, le due triple di Fabi per il 72-54. Nell’ultimo quarto con la forza della disperazione Chieti riesce a ridurre l’ampio gap con Davis e Golden (-12), i nero arancio non perdono la testa e gestiscono gli ultimi 4’ di gioco, la tripla di Voskuil e le schiacciate di Taflaj e Powell sono una liberazione, è fatta, finisce 98-84, la Viola è salva!