Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Gregorio non ce l’ha fatta, il calcio calabrese in lacrime

Gregorio non ce l’ha fatta, il calcio calabrese in lacrime

Il calcio non è solo quello fatto di business. C’è anche una dimensione in cui la passione trova la configurazione nel modo più nobile.  C’è chi decide di rincorrere un pallone in Prima Categoria e lo fa solo soprattutto perchè mosso dall’amore verso lo sport nazionale più popolare.

Si creano piccole comunità di calciatori che stringono amicizie e rapporti personali, ma anche sentimenti che nascono in piccoli centri abitati verso la squadra del paese e quando accade una tragedia succede che tutti siano un po’ scossi.

E, in queste ore, in molti nel calcio calabrese stanno piangendo la scomparsa di Gregorio Vatrella.

Striscioni negli stadi di tuta la Calabria lo invitavano a non mollare, ma la morte non se è curata e se lo è preso.

A soli venticinque anni.

E’ morto la scorsa notte nel reparto di rianimazione di Catanzaro dopo che il 19 aprile era stato coinvolto nel terribile incidente avvenuto tra Catanzaro e Lamezia, sulla strada dei ‘Due Mari’.

Giocava in Prima Categoria nel’Asd Real Montepaone.  Lo piangono i genitori ed  il fratello, che risiedevano a Stalettì.

Commozione anche a Botricello dove viveva la sua fidanzata.

I funerali si terranno a Stalettì nella Chiesa