Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Vibonese, Battaglia: ‘Non c’è tempo per festeggiare. Dipende tutto da noi’

Vibonese, Battaglia: ‘Non c’è tempo per festeggiare. Dipende tutto da noi’

Un percorso da play off quello della Vibonese nelle ultime settimane. Vittorie pesanti e pareggi beffardi come quello di domenica scorsa in casa contro il Monopoli, giunto a gara quasi conclusa, ma anche un colpo di coda prezioso sul difficilissimo campo del Melfi nel turno infrasettimanale, match complicato così come ci racconta il DS Battaglia: “C’era da una parte una squadra arrabbiata perché aveva voglia di rifarsi dopo la sconfitta di Reggio Calabria, dall’altra noi beffati da un pareggio con il Monopoli giunto all’ultimo secondo. Scontro che abbiamo fatto nostro dopo un match difficile, complicato, il Melfi ci ha impensierito solo in qualche circostanza, ma noi abbiamo avuto una serie di occasioni importanti ed un gol annullato, si poteva chiudere sicuramente prima, ci siamo portati dietro la tensione e le paure della gara precedente. La squadra dopo il mercato di gennaio è stata cambiata parecchio, insieme all’arrivo del nuovo allenatore. I risultati ultimi ottenuti ci dicono che il lavoro fatto nel mercato di riparazione sta producendo dei frutti e quegli interventi erano mirati proprio verso questa direzione. Fermo restando che ancora nulla ufficialmente è stato conquistato, lotteremo fino all’ultima giornata. Sapevamo che ci sarebbe voluto del tempo prima di trovare la quadratura, ma le cose successivamente sono andate molto meglio. Nulla ancora è stato conquistato, ci sono gare insidiose ancora da affrontare, battendo il Melfi ci siamo allontanati dall’ultimo posto e questo comunque era un obiettivo, davanti non tutti hanno un cammino continuo e quindi è nostro dovere fare quello che sarà possibile per venire fuori anche dalla griglia play out. Le prossime due gare ci vedono affrontare formazioni come il Catania, che vorrà risalire la china dopo una serie incredibile di sconfitte e tornato al successo proprio mercoledi, ma con una intelaiatura di squadra forte. Poi ci sarà la Paganese che punta al raggiungimento dei play off ed il finale di stagione con tre scontri diretti importantissimi che decideranno il nostro futuro. Parliamo di gare da giocare in casa contro Catanzaro e Messina, mentre in trasferta con il Taranto. Ieri finita la partita con il Melfi non abbiamo avuto il tempo per festeggiare, perché c’è da pensare subito al Catania”.