Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Reggio – 50 giovanissimi per l’Open Day Triathlon

Reggio – 50 giovanissimi per l’Open Day Triathlon

Domenica scorsa 50 giovanissimi tra i 6 ed i 13 anni hanno celebrato l‘OPEN DAY TRIATHLON,  un evento unico per la città metropolitana che finalmente si arricchisce  della possibilità di praticare una nuova disciplina olimpionica.

Il Presidente della a.s.d. Pianeta Sport Antonio Nucera  ha messo a disposizione gratuitamente le piscine e tutta l’area riservata dell’ Hotel Apan per offrire ai giovanissimi ospiti  aspiranti triathleti una giornata di sport e divertimento.

L’OPEN DAY di triathlon ha richiamato non solo le famiglie dei giovani nuotatori direttamente coinvolti dai tecnici della vasca nel progetto SCUOLA promosso da Diego Santoro e Stefano Repaci, ma anche tanti bambini provenienti da altri sport, dal calcio, dalle piste di atletica incuriositi dalla novità dell’evento.

“Triathleti si diventa – interviene Diego Santoro allenatore e coordinatore di PIANETA SPORT  – perfezionando l’attitudine alla gestualità tecnica degli sport più semplici tra quelli praticati dai ragazzi: il nuoto, la bici e la corsa. Nessuna difficoltà riscontriamo nell’ approccio alla pratica del triathlon da parte dei giovanissimi, perché fin da piccoli istintivamente capaci alla spontaneità del gesto. La bellezza del triathlon sta proprio in questa sua facilità di base che racchiude nei tre momenti della sua evoluzione pratica l’incontro con l’elemento naturale (l’acqua), la ricerca dell’equilibrio dinamico (la bicicletta) e la naturalezza della corsa a piedi.”

Stimolati dalla attenta presenza del delegato regionale delle FI.TRI Mario Siciliano,tutti gli atleti della PIANETA SPORT TRIATHLON hanno contribuito a rendere l’esordio del triathlon giovanile  a Reggio Calabria un’esperienza per tutti divertente ma soprattutto indicativa di aspetti tecnici ed organizzativi degni del rango federale attribuito alla manifestazione: “La nostra  federazione italiana – espone Fabio Vazzana, delegato provinciale della FI.TRI. –  ha il compito di promuovere e diffondere le attività della triplice e segue sempre da vicino gli eventi che vanno nella direzione più coerente agli scopi della disciplina. Quindi siamo molto contenti che in città sia sorta questa nuova realtà organizzata secondo le direttive federali, nel condiviso interesse allo sviluppo specifico della attività giovanile”.

Stefano Repaci, responsabile tecnico della SCUOLA TRIATHLON, ha guidato i piccoli atleti suddivisi in batterie  nel percorso di prova: una o due vasche di nuoto, zona cambio allestita in prossimità delle tribune della piscina per consentire ai piccolissimi di ricevere l’assistenza dei trepidanti genitori, veloce vestizione con tuta e casco e via fuori ad inforcare le biciclette lungo l’area dell’hotel che si snodava in serpentina tra ostacoli e  birilli fino alla seconda zona cambio ove riposta la bici si partiva di corsa velocissimi verso il traguardo.

A fare il tifo per i giovanissimi triathleti tutta la squadra agonistica al completo mentre gli atleti di vertice Giandomenico Gangemi, Marco Tulio Martino, Carlo Arbitrio, Rosario La Bruna e Giovanni Abramo opportunamente collocati in cabina di regia, seguivano attentamente i passaggi in zona cambio e le evoluzioni dei più intraprendenti ciclisti.

Giornata dunque felicemente conclusa tra sorrisi e rinnovato interesse per lo sport sano ed a contatto con la natura, come ribadito da Antonello Monoriti, responsabile della squadra agonistica di triathlon, che ha brevemente illustrato i moduli di svolgimento della SCUOLA di TRIATHLON Pianeta Sport destinata ai giovanissimi tra i 7 ed i 15 anniInizieremo il 18 aprile con il primo appuntamento per illustrare i contenuti del nostro progetto e programmare con le famiglie ed i tecnici gli incontri settimanali. Seguiranno test periodici per la verifica dello sviluppo attitudinale nelle tre abilità per concludere a metà giugno con la prima gara reggina inserita nel circuito italiano di Triathlon dedicato esclusivamente ai giovanissimi”.