Home / Sport Strillit / Calcio, L. Pro- Tra chi lotta per non retrocedere solo due allenatori non esonerati

Calcio, L. Pro- Tra chi lotta per non retrocedere solo due allenatori non esonerati

Otto squadre per lo stesso obiettivo: la salvezza. Solo tre riusciranno a centrarlo senza passare per i play out, due lo faranno attraverso gli spareggi e tre dovranno rimboccarsi le maniche per ripartire dalla Serie D.
Non è stato un anno facile per nessuna di loro ed in molti casi lo si capisce da alcune scelte.
Capitolo allenatori: praticamente tutte sono state protagoniste di un avvincendamento in panchina.
Il Messina è partito con Marra, adesso ha Lucarelli in panchina. L’ex reggino Zanin è stato licenziato dal Monpoli dove adesso c’è Bucaro.
A Taranto Ciullo è stato il protagonista del terzo avvicendamento sulla panchina pugliese, a Catanzaro si sono alternati Spader, Zavettieri, Somma ed Erra.
A Melfi l’esperto Bitetto è stato rimpiazzato dal giovnae Diana, mentre a Vibo Campilongo ha sostituito Costantino.
E poi ci sono Reggina ed Akragas.
Zeman a Reggio non è mai stato in discussione, mentre Di Napoli all’Akragas è costretto a fare i miracoli in una situazione societaria disastrosa.
Ce la faranno i due superstiti a centrare l’obiettivo?