Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5 serie B – L’Odissea non sbaglia un colpo. A Corigliano gara sospesa

Calcio a 5 serie B – L’Odissea non sbaglia un colpo. A Corigliano gara sospesa

L’Odissea 2000 inanella la tredicesima perla di un campionato vissuto alla grande anche se non da principale protagonista considerando la straordinaria marcia delle due battistrada siciliane. Nonostante il dominio di Augusta e Cefalù la compagine rossanese, non concede sconti a nessuno facendo intuire che senza la falsa partenza di inizio stagione probabilmente avrebbe svolto il ruolo di terza incomoda. In questa giornata, però, quello che fa più sensazione è la sospensione del derby cosentino Corigliano vs. Farmacia centrale Paola. Senza volere entrare nel merito di quanto accaduto demandando il tutto alle decisioni del G.S. la cosa che appare certa è la sconfitta a tavolino del Corigliano con probabile penalizzazione e forse squalifica del campo. Insomma tutte cose che non farebbero bene ad una squadra che sta cercando di uscire dalla zona retrocessione. Delle altre calabresi solo la Pol. Futura risponde presente battendo di misura il Regalbuto scavalcandola in graduatoria. Come prevedibile pesante k.o. del Real Rogit sul campo della coocapolista Augusta. Non fa meglio la Edilferr Cittanova che, subisce l’ennesima sconfitta casalinga questa volta ad opera di un Bernalda passato in breve tempo dall’ultima posto ad una posizione decisamente più tranquilla di classifica.

ODISSEA 2000 – MELILLI 5 – 3

Marcatori: Russo, Delpizzo, Delpizzo, Scervino, Russo, Rizzo, Rizzo, Rizzo.

Quinta vittoria di fila del 2017 per l’Odissea 2000 che batte l’Assoporto Melilli per cinque reti a tre. Come era nelle previsioni è stata una partita spettacolare tra due squadre che hanno giocato a viso

aperto, il che ha prodotto numerosi capovolgimenti di fronte e tante occasioni da gol per entrambe le contendenti. Sugli scudi i portieri delle due formazioni Taibi, Russo e il suo sostituto Capilleri, che hanno fatto vedere grandi interventi per sventare gli attacchi avversari. La gara si è messa subito bene per la formazione di casa che è riuscita a spezzare l’equilibrio con il gol di Russo. Il Melilli prova a raddrizzare le sorti dell’incontro creando qualche buona occasione per pareggiare, ma non riesce a superare Taibi. Sull’altro fronte l’Odissea 2000 ha tante opportunità per raddoppiare e dopo averne fallito qualcuna per le ottime parate di Russo, trova il gol del 2 a 0 con Delpizzo. Nella ripresa i padroni di casa partono a spron battuto e dilagano nel punteggio andando in avanti fino al 5 – 0 grazie alle reti siglate da Delpizzo, Scervino e Russo. Il Melilli non si arrende e riesce, complici anche un paio di disattenzioni gialloblù, a portarsi sul 5 a 3 con una tripletta di Rizzo. Nonostante manchino solo una manciata di secondi dalla fine del match, mister Ranno prova il tutto per tutto giocando con il portiere in movimento, ma il risultato non cambia.

Sapinho – A fine gara mister Sapinho a commentato così l’andamento della partita. “È stata una partita bella ed equilibrata tra due ottime squadre. Non posso che fare i complimenti ai miei ragazzi per la prestazione e per quest’altra importante vittoria. Sabato ci aspetta un test difficilissimo e in settimana lavoreremo minuziosamente per andare a Cefalù e giocarci le nostre chance”.

EDILFER CITTANOVA – BERNALDA 5 – 7

CORIGLIANO – FARMACIA CENTRALE PAOLA sosp. al 19’ pt

Marcatori: 8’ pt Salerno (P), 11’ pt De Luca (C), 14’ pt Chiappetta G. (P)

Doveva essere la partita della svolta per il Corigliano futsal ed invece è successo l’irreparabile. Sul vantaggio di 2 a 1 per il Paola, a poco più di un minuto dell’intervallo, su un azione ospite arriva un doppio giallo a De Luca e la concessione di un tiro libero per i paolani: ne nasce un accesa e sentita contestazione in campo nei confronti del secondo e del primo arbitro. Dopo il protrarsi delle proteste e qualche strattonata, i direttori di gara rientrati negli spogliatoi, non ritornano in campo e decidono di sospendere la partita perché non sussistevano più le condizioni per proseguire la disputa. Ne dovrebbe conseguire in settimana, per mano del giudice sportivo, una sconfitta a tavolino per gli jonici che rischiano ammenda e squalifica del campo. Nonostante tutto, la sfida era apertissima e tutta da giocare. I coriglianesi chiamati al riscatto e finalmente al gran completo, dopo i recuperi di squalificati e infortunati tra cui anche Rafinha, avrebbero potuto puntare al bottino pieno. Invece, nulla di tutto ciò per gli jonici e per un primo tempo che avevano prodotto diverse azioni, tre gol e qualche cartellino giallo. Padroni di casa che, inoltre, nel corso dei diciannove minuti di gara giocati si sono spesso lamentati a gran voce per falli considerati evidenti ma non fischiati a proprio favore specie sull’1 a 1. Inoltre, secondo i coriglianesi al danno si sarebbe aggiunta la beffa perché il fallo su cui è nato il decisivo diverbio del tiro libero, dell’azione clou ed incriminata, non sarebbe stato commesso da De Luca, per cui ne è scaturito il doppio giallo e il rosso, ma bensì da Rafinha. Dal canto suo Paola stava giocando la propria gara con più tranquillità grazie alla propria riparata e alta posizione in classifica. Quindi, l’interruzione di gara poco prima della fine del primo tempo e verdetto della giustizia sportiva atteso nei prossimi giorni per capire i responsi e le contromosse eventuali della società Corigliano futsal. Per la cronaca, al gol di Salerno aveva risposto col pareggio proprio De Luca. Al 14’ pt nuovo vantaggio ospite con Chiappetta G. . Sesta di ritorno, del girone G di serie B futsal, da dimenticare per i biancazzurri che resta ultimo in classifica e con una meta salvezza diretta ora più lontana. Il distacco dalla zona franca si allunga e nel prossimo impegno in trasferta, ma in campo neutro, ci sarà da affrontare il Bernalda. Frattanto, è stato rigettato il ricorso per la sfida persa a tavolino contro l’Odissea Rossano.

EDILFERR CITTANOVA- RASULO EDILIZIA BERNALDA 5-7

MARCATORI: MARCATORI:4’56’pt, 14’12’’pt, 14’21’’st De Sa Carvalho, 7’36’’pt Napoli, 17’36’’pt Margarita, 11’21’’st aut De Sa Carvalho, 11’51’’st Sanchez, 12’03’’st, 19’02’’st Monterosso, 13’52’’st, 17’10’’st Da Costa,18’21’’st Rissi-

Exploit esterno del Rasulo Edilizia Bernalda che infligge una sconfitta all’Edilferr Cittanova e compie un passo importante verso la salvezza: i tre punti di Polistena danno ossigeno e morale al gruppo jonico, capace di imporsi su un campo difficilissimo contro una diretta concorrente per la permanenza in Serie B. Dal canto suo l’Edilferr Cittanova non ha demeritato tutt’altro ha lottato su ogni pallone con cuore e grinta non riuscendo a finalizzare quanto creato vuoi per le diverse occasioni divorate vuoi per la bravura del portiere ospite, poi in un campionato esperto come quello della suddetta stagione agonistica 2016-2017 il minimo errore viene pagato a caro prezzo. Le due compagini impostano una partita vibrante ed emozionante, con continui capovolgimenti di fronte e numerosi episodi da gol: in avvio di gara, De Brasi e Pereira sbrogliano subito alcune situazioni pericolose, mentre Startari coglie il palo al 3’21’’, mentre un minuto dopo Fusco effettua un lancio illuminante per lo scatto di De Sa Carvalho che anticipa l’uscita del portiere e insacca. Il Cittanova reagisce con veemenza e, dopo il tentativo di Sanchez, perviene al pareggio con il guizzo di Napoli. Da Costa potrebbe segnare in almeno cinque circostanze,ma il pivot di Sao Lourenco non demorde e si veste da assist-men per l’accorrente De Sa Carvalho che, al 14’12’’, batte per la seconda volta Pereira. Passano due minuti e Rissi, in contropiede, premia l’imbucata di Margarita, facile il tap-in del bernaldese che sigla il 3-1 e chiude così la prima frazione dopo numerosi interventi del pipilet ospite salvato anche in alcune circostanze dal montante. L’Edilferr Cittanova inizia con un altro piglio il secondo tempo: Sarubbi, dopo aver salvato un gol già fatto sulla linea di porta, si beccca due gialli in pochi istanti e il Bernalda Futsal è costretto all’inferiorità numerica. I padroni di casa accarezzano il sogno di rientrare in partita, ma i lucani si difendono con ordine e chiudono ogni spazio ai tentativi biancoblu. Sanchez e Startari colgono due pali, mentre sull’altra sponda anche Da Costa deve fare i conti con un legno. Il Bernalda sembra controllare la sfida, ma è uno sfortunato autogol di De Sa Carvalho a spianare la strada alla rimonta calabrese: all’11’51’’ Sanchez impatta, mentre dopo quaranta secondi ci pensa il bolide di Monterosso ad illudere il pubblico di Polistena per il momentaneo sorpasso. Gli ospiti, nonostante l’ottima prova e la quantità industriale di occasioni sciupate, rischiano di perdere il controllo della partita: ci vuole la solita caparbietà di Da Costa a ristabilire le distanze. Il capocannoniere del campionato si inventa un gol clamoroso dalla banda destra e batte Pereira. Il nuovo colpo di scena riaccende i lucani che segnano anche al 14’23’’ con uno splendido colpo di classe di De Sa Carvalho sugli sviluppi di un calcio piazzato. L’Edilferr potrebbe subito pareggiare, ma De Brasi è strepitoso sulla conclusione di Napoli, riuscendo a deviare il tiro con l’aiuto della traversa. La partita è emozionante e i rossoblù colpiscono in contropiede prima con Da Costa e poi con Rissi; a nulla serve il gol del definitivo 7-5 ad opera di Monterosso. Girolamo Siciliano

MARITIME – REAL ROGIT 9 – 0

MARCATORI: 3’26 Zanchetta, 3’52” Pedrinho, 12’24” Duda Dalcin, 16’11” Rodrigo, 19’35” Pedrinho, 19’58” Pedrinho; 10’ s.t. Spampinato, 18’40” Lemine, 19’45” Abate.

Dritto alla meta. Il Maritime non concede sconti e supera nettamente il Real Rogit con un perentorio 9-0 Il Maritime segue i dettami di Miki ed inizia la gara con pressione alta e gran ritmo. Avvio sprint per Pedrinho che si presenta subito con una precisa conclusione, Zamirton si salva con l’aiuto del palo (1’15”). Segue un gran destro di  Duda deviato in corner.  Due minuti dopo il preciso sinistro di Zanchetta, scagliato dalla distanza, non lascia scampo all’estremo ospite (1-0) sbloccando il risultato. Il Real Rogit prova il “5 vs 4” per un attimo, ma senza esito. Il Maritime dà ancora gas e Pedrinho deposita in rete un delizioso assist di Duda Dalcin (2-0). Il quintetto calabrese  alza il baricentro e subisce uno spettacolare coast to coast di Spampinato, Zamirton devia  in angolo (9’35’). Il giocatore augustano è protagonista anche dell’azione successiva, il suo destro è deviato sulla traversa da Zamirton.  L’estremo ospite disinnesca, con due precise uscite, anche gli affondi di Duda Dalcin. Segue il sinistro di  Lemine che centra in pieno la traversa. Il tris lo griffa Duda con una spettacolare gesto tecnico: l’italobrasiliano riceve palla, finta lo scarico al centro, si gira di 180 gradi liberandosi di Amodeo e scaglia un preciso destro che si insacca sul palo opposto (3-0). La Miki band vuol chiudere i conti e continua a spingere.  Gran destro di Follador, Zamirton si salva di piede.  Sull’altro fronte il Real Rogit si fa vivo con una punizione di Campana, deviata in corner.  Poi è ancora Maritime. Duda cerca il bis con una precisa bordata, il portiere ospite devia ancora corner. La squadra di Miki continua ad attaccare mette al sicuro il risultato nel giro di 4 minuti.  Un preciso assist di Chalo spedisce in gol Rodrigo che festeggia, in un solo colpo, debutto e gol al Palajonio (4-0). Poi sale in cattedra Pedrinho che segna altre due reti in meno di trenta secondi. Nella prima occasione Pedrinho è bravo a recuperare la sfera a centrocampo, filando in porta e battendo Zamirton. Allo scadere del tempo azione da applausi per i biancoblu, con una veloce triangolazione Chalo-Spampinato-Pedrinho, conclusa in rete dall’italobrasiliano (6-0).Con il risultato di fatto acquisito ed in vista degli ottavi di Coppa Italia in programma martedì (gara secca contro il Real Cefalù, al palajonio) Miki fa ruotare tutto l’organico, ma la sostanza non cambia. Il Maritime continua a macinare gioco, creando numerose occasioni da rete.  A partire da Zanchetta e Spampinato, le loro conclusioni si stampano sul palo. E’ lo stesso Spampinato, di forza, a firmare il settebello (7-0). Nel finale le reti di Lemine e Giorgio Abate, capitano di giornata, che fissano lo score (9-0) concretando due veloci azioni corali.

Fonte: calabriafutsal.it