Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Molè, giudice di gara catanzarese, componente dei Gruppi Tecnici di Lavoro del GGG Nazionale

Molè, giudice di gara catanzarese, componente dei Gruppi Tecnici di Lavoro del GGG Nazionale

E’ giunta con grande sorpresa, ma nello stesso tempo con grande orgoglio, la notizia dell’inserimento di Giovanni Molè, giudice di gara catanzarese, a componente dei Gruppi Tecnici di Lavoro (GTL) del ggg nazionale per il biennio 2017-2018. Nello specifico Giovanni farà parte del gruppo tecnologico, unitamente al responsabile Mauro Gerola (Lombardia) ed agli altri due componenti, Federico Picchi (Liguria) e Niccolò Rettore (Veneto). Questo gruppo  si occuperà di temi specifici, a supporto dell’attività e delle scelte della Commissione Tecnica Nazionale, e continuerà portare avanti una serie di progetti informatici, già partiti  che riguarderanno: l’aggiornamento della pagina del sito del ggg, l’aula virtuale, l’utilizzo dei tablet  per la gestione delle segnalazioni delle infrazioni nelle gare di marcia, un software per le convocazioni, le presenze e statistiche nelle manifestazioni, una creazione di una banca dati della carriera dei giudici nazionali e regionali, il progetto self crono.

A caldo le parole di Giovanni sono state: “ La telefonata di qualche giorno addietro, del nostro Fiduciario Nazionale Luca Verrascina, sulla sua intenzione di inserirmi in questo gruppo di lavoro, mi ha spiazzato in quanto non me lo aspettavo, però avendo ricevuto buone segnalazioni sulla mia persona, il FN ha pensato che, far parte di questo gruppo di lavoro sarebbe stato un valore aggiunto, e di sicuro farò del mio meglio in questo nuovo percorso”.

Ricordiamo che Giovanni si è affacciato nel mondo dell’atletica nel 1994 dapprima come atleta nella specialità del mezzofondo veloce, raggiungendo dei buoni risultati cronometrici. Nel 2002 approda al gruppo giudici gare provinciale di Catanzaro e nel 2009, con il Progetto Giovani acquisisce la qualifica di Ufficiale di Gara Regionale, distinguendosi per le sue ottime doti di disciplina e precisione. Si specializza nella marcia e nel 2011 diventa giudice di marcia regionale. Nel 2013 supera la prova di ammissione al corso nazionale e, dopo un anno di formazione ed esami, entra negli albi operativi dei giudici nazionali. Iniziano ad arrivare le prime convocazioni ad importanti manifestazioni di atletica che gli permettono di acquisire ulteriore esperienza, di incrementare il suo bagaglio di formazione e di mettersi in luce. Senza perdere tempo nel 2016 partecipa al corso nazionale di specializzazione della marcia ed anche per questo, dopo un anno di studio, seminari, gare ed esami, supera brillantemente la prova finale e dal 2017 è a tutti gli effetti negli albi operativi nazionali dei giudici di marcia. Inoltre Molè, appassionatosi al cronometraggio per le gare in pista,  dopo qualche anno di pratica affronta gli esame finali e consegue l’abilitazione ad operare, come giudice cronometrista, nella rilevazione dei tempi con cronometraggio elettronico.

La sua passione, semplicità e voglia di imparare sono state, sicuramente, le carte vincenti che lo hanno portato a raggiungere questo traguardo, che ci auguriamo sia il primo di tanti altri a venire.

Insieme a Giovanni Molè, durante questi ultimi due anni,  sono stati compagni di avventura nel corso nazionale e nei corsi nazionali di specializzazione anche Davide Pignata e Giusy Lacava, che hanno conseguito rispettivamente la qualifica di Ufficiale Tecnico Non stadia (NNS) e giudice di marcia nazionale (GMN), andando ad arricchire di nuove qualifiche il gruppo.

Il Fiduciario Nazionale, ad ulteriore conferma della qualità del nostro gruppo regionale giudici di gara, ha dato al reggino Giulio Tetto, che è ufficiale tecnico organizzativo (UTO) ed è stato componente la CTN negli ultimi due quadrienni,  l’incarico ad a seguire i rapporti tra tutti i Fiduciari Regionali con la Commissione Tecnica Nazionale.

A Giovanni Molè e Giulio Tetto, i colleghi del GGG provinciale e regionale, unitamente ai componenti della Fidal Calabria e Fidal Provinciali,  formulano gli auguri per i meritati riconoscimenti sportivi attribuiti, ed augurano loro un buon lavoro per l’ulteriore crescita del GGG.

Fonte: calabria.fidal.it