Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5 – Coppa Calabria Memorial Stefano Gallo entra nel vivo

Calcio a 5 – Coppa Calabria Memorial Stefano Gallo entra nel vivo

Gli esiti dei quarti di finale di ritorno, hanno parzialmente prodotto risultati inattesi in particolare ci riferiamo ai match di Sorbo San Basile e Soverato avvallando la regola che, nessuna partita o qualificazione è sancita senza prima giocarla. Su tali basi si prevedono incerte anche le doppie sfide delle due semifinali nelle quali il fattore campo potrebbe ancora una volta, rivelarsi determinante. Analizzando i percorsi delle quattro semifinaliste impegnate in trasferta solo il Real Sangiovannello ha vinto tutte le gare (3), seguito dal Compr. Presilano (2) ed una a testa Casolese e Club Quadrifoglio. Anche per quel che riguarda il computo delle reti fate e subire il migliore score è quello del Sangiovannello (f. 43 – s. 13) il computo delle altre, Casolese (34 – 26), Compr. Presilano (32 – 14), Club Quadrifoglio (27 – 14). Ulteriori dati da evidenziare: il Sangiovannello ha vinto la prima edizione della Coppa Calabria (1999/2000); il Compr. Presilano si è imposto nel 2008/2009; Casolese finalista della passata stagione mentre il Club Quadrifoglio è alla sua prima semifinale. Ottimo anche il momento di forma delle quattro squadre confermato dai positivi risultati dell’ultimo turno di campionato non che da buone posizioni di classifica. Nel girone A la Casolese occupando il secondo posto, è la principale antagonista della battistrada Boscolandia. Il Comprensorio Presilano, guida il gruppo B in condominio con il San Bruno. Il Club Quadrifoglio dopo una incerta fase, sembra avere trovato la giusta quadratura auspicando concretamente alla zona playoff. La squadra che più di tutte sta impressionando è il Real Sangiovanello capolista del girone D con nove vittorie su nove gare alle quali vanno sommate le sei di Coppa per un totale di 15. Da quanto si evince il parterre delle quattro semifinaliste promette incontri intensi per cui che lo spettacolo, all’insegna del fairplay, abbia inizio.

Fonte: calabriafutsal.it