Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5 serie B – Odissea, Richichi: ‘Regalbuto squadra giovane ma di carattere’

Calcio a 5 serie B – Odissea, Richichi: ‘Regalbuto squadra giovane ma di carattere’

L’Odissea 2000 sabato prossimo si recherà a Regalbuto per la sfida alla Lubrisol, squadra che al pari dei gialloblù ambisce ad un posto nei play off. Per la formazione di mister Sapinho, che cercherà in terra siciliana la quarta vittoria consecutiva del girone di ritorno, sarà una gara molto difficile, come conferma il calcettista gialloblù Totò Richichi.

“La Lubrisol Regalbuto è una squadra molto giovane, allenata da un tecnico, che conosco personalmente, anch’esso giovane ma preparato e affidabile. La sua formazione ha buona tecnica, tanta corsa e un carattere di ferro, come abbiamo potuto vedere nella gara d’andata a Rossano quando, sotto di tre reti, è riuscita a rientrare in partita e metterci in difficoltà fino al suono della sirena – ha spiegato il numero diciassette della compagine rossanese -. A Regalbuto ci aspetta un match ancora più complicato. Di contro, noi siamo un’ottima squadra, abbiamo recuperato Scervino dopo le tre giornate di squalifica e Delpizzo dall’influenza e, come in ogni gara, abbiamo il dovere di provare a vincerla”.

Contro i biancazzurri allenati da Paniccia, sarà importante mantenere costante la concentrazione e l’intensità di gioco fino alla fine del match, onde evitare complicazioni, com’è successo nella sfida d’andata e in quella di sabato scorso contro la Polisportiva Futura.

“Anche contro la squadra reggina potevamo evitarci un finale di sofferenza se avessimo continuato a giocare con lo stesso approccio dei primi undici minuti, però, in questo caso specifico, non va sottovalutato lo sforzo affrontato il martedì precedente per la gara di Coppa Italia a Cefaù che è durata più di quaranta minuti e che avevamo un Delpizzo a mezzo servizio per via della febbre. La lezione, comunque, c’è servita e – ha concluso Richichi – sono sicuro che a Regalbuto non commetteremo lo stesso errore”.

Fonte: calabriafutsal.it