Home / Sport Strillit / Volley Coppa Italia – Tonno Callipo Calabria battuta, avversario troppo forte

Volley Coppa Italia – Tonno Callipo Calabria battuta, avversario troppo forte

CUCINE LUBE CIVITANOVA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-0 (25-17, 25-22, 25-22)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 16, Candellaro 7, Pesaresi (L), Kaliberda 2, Juantorena 13, Stankovic 11, Kovar 2, Christenson 2, Grebennikov 2, Corvetta. Non entrati: Casadei, Cester, Cebulj. Allenatore: Blengini

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA:  Costa 11, Coscione 1, Marra (L), Geiler 9, Izzo, Michalovic 8, Barone 1, Thiago Alves Soares 7, Diamantini 4, Rejlek. Non entrati: Barreto Silva, Torchia (L2), Corrado. Allenatore: Kantor

ARBITRI: Simbari e Puecher

NOTE: durata set: 21’, 29’, 28’. Tot. 78’

Nulla da fare per la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia nel match dei quarti di finale della Del Monte® Coppa Italia SuperLega che si è giocato questa sera all’Eurosuole Forum di Civitanova contro i padroni di casa della Cucine Lube. I giallorossi di coach Kantor sono stati sconfitti con il punteggio di 3-0 dalla squadra in cui militano gli ex Blengini, Kaliberda e Corvetta. Pronostico rispettato, dunque, ma qualche rimpianto di troppo per i calabresi capaci di impensierire più volte la capolista del campionato di SuperLega UnipolSai, soprattutto nel corso del secondo set. Alla squadra di coach Kantor non bastano i colpi di Costa e Geiler. Il centrale brasiliano si conferma su standard elevatissimi: è il miglior marcatore dei suoi e mette a referto 11 punti con il 73% in attacco. Bene anche in questo fondamentale il martello francese Geiler autore di 9 punti con il 71%. A trascinare la Lube ci hanno pensato i vari Sokolov, Stankovic (70% in attacco) e Juantorena: l’italo-cubano era partito in sordina, ma ha chiuso il match realizzando 13 punti con il 58% in attacco. Mister Kantor stasera si è affidato al brasiliano Thiago Alves in posto 4 al posto del connazionale Barreto Silva, mentre Chicco Blengini ha inizialmente puntato su Kaliberda al posto di Kovar. Nel primo set, i padroni di casa hanno sempre mantenuto due tre lunghezze di vantaggio sulla Tonno Callipo che poi è andata sotto 20-14. Una timida rimonta con l’ace di Michalovic, ma poi nel finale, in cui sono subentrati Izzo e Rejlek, rispettivamente per Coscione e Michalovic, Stankovic e compagni hanno riallungato conquistando facilmente il set 25-17. Tutt’altra musica nel corso del secondo parziale quando la Tonno Callipo ha iniziato a martellare con Costa e Geiler e con una Lube un po’ più fallosa. Coscione e compagni hanno mantenuto 4 punti di vantaggio fino al 12-16. Ma alcuni errori di troppo dei giallorossi e gli ace di Grebennikov (il libero francese schierato come schiacciatore) hanno permesso ai marchigiani di impattare prima, e di virare avanti poi, con Juantorena sul 22-21. La Tonno Callipo ha tenuto fino al 23-22, poi la Lube ha chiuso i conti sul 25-22 dopo il muro subito da Thiago Alves. Diamantini in campo dall’inizio del terzo set per Barone con la Lube che si porta avanti 8-6 e poi allunga sul 13-8 con l’ace di Juantorena. Sembra finita, ma due ace di Thiago Alves riportano la Tonno Callipo sotto 15-14, ma la Lube riallunga ancora sul 21-18 (chiama tempo coach Kantor) mantenendo il vantaggio inalterato fino all’attacco risolutivo di Sokolov.

Kantor: “Stasera avevamo di fronte una squadra molto forte che ha interpretato la partita meglio di noi. All’inizio siamo stati deboli di testa, potevamo fare meglio nel secondo set, dovevamo essere più veloci e ci siamo incastrati sulla battuta di Grebennikov. Abbiamo peccato un po’ troppo nella distribuzione, dovevamo essere meno scontati ed essere più spavaldi contro un muro che sapevamo che era molto forte.