Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – Viola da Oscar, Trapani battuta (86-78)

Basket – Viola da Oscar, Trapani battuta (86-78)

di Gianni Tripodi – Standing ovation, tutti in piedi ad applaudire. Davanti alle telecamere di Sky, in prima visione sul grande schermo è stato trasmesso: “Viola, la grande bellezza”, con la regia di coach Antonio Paternoster, la scenografia del pubblico del Pala Calafiore e l’attore protagonista Alex Legion (35 punti con il 55% dal campo). Una delizia per gli occhi degli appassionati e una vetrina irripetibile per la Viola e la città di Reggio che hanno davvero dimostrato di meritare il grande basket. Nell’anticipo della tredicesima giornata di campionato, i nero arancio seppur soffrendo sconfiggono Trapani (86-78) al termine di un match appassionante e ricco di colpi di scena. Il team di coach Paternoster è costretto a rincorrere per il tutto match, ma spinto dal meraviglioso pubblico del Pala Calafiore, vero e proprio sesto uomo sul parquet è riuscito con la forza dell’orgoglio a portare a casa un successo fondamentale. Prestazione positiva da parte di tutti, nessuno escluso, dal giovanissimo Caroti (12 punti) al panchinaro Micevic (8 punti), ognuno ha dato il proprio contributo. Un successo che consente alla Viola di salire a quota 10 punti in classifica, prossimo turno venerdì 23 dicembre in trasferta a Scafati.

13° Giornata – Serie A2 Girone Ovest

Viola Reggio Calabria – Lighthouse Trapani 86-78

Parziali: 21-17, 30-36, 55-58, 86-78

Arbitri: Stefano Ursi di Livorno (LI), Gianluca Capotorto di Palestrina (RM) e Marco Catani di Pescara(PE)

Viola Reggio Calabria: Caroti 12, Micevic 8, Ciccarello ne, Lupusor 2, Taflaj, Radic 18, Fabi 11, Formica ne, Guaccio ne, Maruli ne, Legion 35, Fallucca,

Coach: Antonio Paternoster

Lighthouse Trapani: Tommasini 2, Costadura ne, Mays 21, Viglianisi 13, Longo ne, Simic ne, Scott 10, Ganeto 23, Renzi 2, Filloy 7

Coach: Ugo Ducarello

 

Telecamere puntate, inizia il match. Mani freddissime in avvio per i nero arancio (0/6), è Trapani a passare a condurre il match, parziale micidiale di 8-0 firmato Mays – Ganeto, ci pensa Fabi a realizzare i primi punti dei padroni di casa dalla lunetta (3/3), i siciliani continuano a martellare il canestro con continuità, 3-10, timeout Paternoster. Legion e Radic iniziano a scaldarsi e son dolori per la difesa siciliana, Trapani si affida alle giocate di Scott, i 5 punti consecutivi di Legion consentono alla Viola di ridurre il gap, -1 a 2’29” dal termine, timeout Ducarello. Legion è “on fire” (12 punti), altra tripla senza ritmo a portare avanti i suoi, sul 17-15 il Pala Calafiore inizia a scuotersi, Radic risponde al canestro del reggino Viglianisi, 21-17. Secondo quarto: La Viola rallenta e Trapani ne approfitta impattando con Filloy e Mays sul 24-24, primi punti per Lupusor che si sblocca, l’arresto e tiro di Legion tiene avanti i suoi, il 5-0 di parziale firmato Viglianisi – Ganeto porta in vantaggio i siciliani, timeout Paternoster sul 28-29. Filloy si carica la squadra sulle spalle e prova a creare l’allungo, +6 Trapani e si va all’intervallo lungo, 30-36. Terzo quarto: Legion prova a scuotere i compagni, gli ospiti rimangono avanti con i canestri di Mays e Renzi, 34-41. Mays risponde alla tripla di Legion, black out Viola, Ganeto ruba palla e va a realizzare il +12, timeout immediato per Paternoster. I cinque punti consecutivi di Lorenzo Caroti riportano nel match i nero arancio con Trapani che continua ad affidarsi alle giocate di Mays, è sempre Legion con canestri fondamentali a riavvicinare la Viola, 46-51. Ottima prova offensiva di Caroti che continua ad attaccare il ferro, la tripla di Ganeto allontana la rimonta dei padroni di casa, la gara inizia ad entrare nel vivo, difesa tutto campo per la Viola che riesce ad arrivare al -3, 55-58. Quarto quarto: Schiacciata con fallo subito da Scott che consente a Trapani di allungare, i nero arancio lottano su ogni pallone senza risparmiarsi, i canestri di Radic e Micevic valgono il -1, timeout Ducarello. Micevic porta avanti i suoi, il Pala Calafiore diventa una bolgia, la tripla di Caroti fa esplodere i tifosi, +4 a 5’57” dal termine. Trapani prova ad accorciare, ma i nero arancio spinti da Fabi e Radic allungano per il +7, timeout Ducarello. Quinto fallo per Renzi, con a Viola che continua a colpire dalla lunga, stavolta con Micevic, Radic regala il max vantaggio, +10 a 2’38” dal termine. Legion con la tripla nell’angolo ad entusiasmare Paternoster sulla panchina, +13 e pubblico in visibilio. Scott è l’ultimo a mollare la presa, ma non basta, la Viola porta a casa la vittoria, 86-78.