Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Arti marziali – Krotoniati alle selezioni mondiali

Arti marziali – Krotoniati alle selezioni mondiali

Come ogni anno il Team del preparatore Antonio Parrotta ha partecipato al canonico appuntamento di fine anno nella città pugliese di Manduria. La squadra crotonese, si è presentata a ranghi ridotti riuscendo comunque ad esprimere a pieno la sua classe. Il quindicenne Vincenzo Dattolo, il quattordicenne Nicola Giglio ed il piccolo Mattia Benincasi, 11 anni, non si sono risparmiati sfoderando prestazioni da incorniciare. La Scuola Guardia Krotoniate non è solo Ilaria Leto ma un gruppo numeroso di atleti che, sia grazie alle capacità organizzative e tecniche dello Staff capitanato da Antonio Parrotta, sia dall’importante collaborazione del Delegato Regionale della Federazione MMA Luigi Durante continua nella sua ascesa nelle classifiche nazionali tanto da rappresentare oramai un punto di riferimento per tutto il Sud.

<<E’ un bel gruppo>> dichiara Parrotta <<…stiamo riscuotendo oramai da anni degli risultati sempre più altisonanti e questo non può che darci più forza per continuare su questa strada che evidentemente è quella giusta>>  

A Manduria Vincenzo Dattolo, presentatosi con uno score di 5 match e 5 vittorie, ha nettamente dominato il suo incontro in MMA pur dovendosi confrontare con un avversario di peso (6 kg ) ed età maggiore. Una vittoria che ha fatto “infiammare” il palazzetto e riempire di soddisfazione Parrotta.

Nicola Giglio, con 4 match disputati, 2 vinti, 2 persi, e con un 3° posto conseguito nella precedente Coppa Italia di MMA, è sceso in gara consapevole della sua esperienza e qualità vincendo per “sottomissione” al primo round contro un avversario anch’egli di età e peso (11kg) maggiore.

Il piccolo Mattia Benincasi che, pur se giovanissimo già noto per i suoi recenti risultati più che positivi grazie ai 6 match con 6 vittorie in discipline diverse: Grappling e K1, si è dovuto confrontare con un Tunisino tredicenne  certamente più esperto. La differenza fisica ed anagrafica  tra i contendenti non ha certo intimidito il lottatore crotonese che, anzi, lo ha esaltato tanto da farlo diventare il beniamino del pubblico che lo ha applaudito durante tutto il match, sottolineando, con applausi  ed incoraggiamenti, la sua prestazione. Un’altro potenziale talento alla corte della società crotonese.

Ma non c’è tempo per gioire perchè il 18 dicembre la formazione di Parrotta si recherà a Roma per un’altra tappa del circuito MMA. Una tappa fondamentale per le aspirazioni internazionali della campionessa Ilaria Leto che, se dovesse confermarsi regina del Grappling, “staccherebbe” il biglietto per i Mondiali in Russia.

Bocche cucite per scaramanzia nel Team Scuola Guardia Krotoniate ma le possibilità sono concrete e chissà se la Leto possa coronare la sua breve ma ricchissima carriera, con una grande soddisfazione.