Home / Sport Strillit / BASKET / Basket, Serie C – La Nuova Jolly piega il Botteghelle Basket (85-78)

Basket, Serie C – La Nuova Jolly piega il Botteghelle Basket (85-78)

ONE POWER & GAS NUOVA JOLLY-BOTTEGHELLE BASKET 85-78

Nuova Jolly: Vozza 11, Surace 15, Costa R. 31, Scaffidi, Tavilla, Triolo 8, Cugliandro 18, Centofanti 2, Asciutti. All. Gualtieri

Botteghelle Basket: Cuzzola 22, Schiavone 2, Scordino 20, Vazzana 18, Totino, Monaca 5, Crucitti 9, Cimino, Panzera 2, Nucera, Rogolino, Iero. All.D’agostino

La stracittadina tra Nuova Jolly e Botteghelle, sul parquet del Pala Pentimele, sorride ai neroarancio. I ragazzi di coach Gualtieri tornano al successo al termine di una gara giocata in maneira brillante da tutto il collettivo. Le “bocche di fuoco” Costa e Cugliandro non danno tregua dalla lunga distanza (saranno rispettivamente 5 e 4 le triple messe a referto dai due senior) ed impreziosiscono la loro partita con assist il primo e rimbalzi il secondo. Al contempo, nonostante le defezioni di Nazzareno Vozza e Scaffidi, è dagli under che arrivano grandi risposte. Benissimo il ’99 Natale Surace che sta aumentando di partita in partita il suo score personale (2/2 da tre, 3/4 da 2 e 3/6 ai liberi), supportando in attacco i prima citati Costa e Cugliandro; altrettanto valida è stata la prova offerta da Triolo che con la sua rapidità ha recuperato importanti palloni in entrambe le fasi ed ha anche realizzato 8 punti. Minuti importanti anche quelli giocati da Tavilla che con rimbalzi ed un assist per Triolo in contropiede, di pregevole fattura a dimostrazione che anche i più giovani stanno iniziando a prendere le proprie responsabilità confezionado giocate positive e dimostrando di trovarsi sulla giusta strada per la crescita. Stesso discorso per il 2001 Centofanti che pur essendo febbricitante, non ha fatto mancare il proprio apporto alla squadra. Anche lui a referto con 2 punti, arrivati dopo un assit di Triolo ed anche in questo caso “l’asse” dei giovani testimonia l’ottima intesa. Da non dimenticare infine il play Claudio Vozza, vero metronomo all’interno dello scacchiere di coach Gualtieri, e che con le sue penetrazioni nel primo e nel terzo periodo ha contribuito significativamente all’ottenimento del risultato finale.