Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Nessuno tocchi Trocini, il Rende in campo a difesa del proprio allenatore

Nessuno tocchi Trocini, il Rende in campo a difesa del proprio allenatore

Il presidente Fabio Coscarella e il Rende calcio 1968 considerano di cattivissimo gusto e del tutto fuori luogo le dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa dal presidente della Sicula Leonzio che ha accusato in maniera greve e volgare il tecnico Bruno Trocini, e di conseguenza la società, definendolo «persona stupida e antisportiva» . Stigmatizzando le dichiarazioni di un tesserato si fa presente che non è concesso a nessuno, benché meno a chi si è affacciato nel mondo del calcio solo da qualche mese, di infangare l’onorabilità dell’allenatore Bruno Trocini la cui correttezza in campo e fuori è universalmente riconosciuta. Inoltre nessuno può permettersi di mettere in dubbio la correttezza, l’onorabilità e la dignità di una società che da quasi cinquant’anni è apprezzata nell’intero ambito calcistico. Per questo motivo il Rende calcio ha deciso di tutelare la propria immagine in tutte le sedi opportune intraprendendo fin da subito tutte le determinazioni del caso.