Home / Sport Strillit / BASKET / Basket: la Viola non mostra segnali di ripresa. Intanto arriva un giovane

Basket: la Viola non mostra segnali di ripresa. Intanto arriva un giovane

di Gianni Tripodi – Guardare oltre, al di là dei risultati. Nonostante la terza consecutiva, arrivata domenica scorsa in terra capitolina contro l’Eurobasket Roma, la società di via Pio XI continua a predicare calma, il gruppo è unito e il campionato ancora lunghissimo. C’è la massima fiducia nei confronti del coach e della squadra e si andrà avanti così. Il messaggio della società è chiaro, ma la tifoseria sembra aver già perso la pazienza. A preoccupare non sono solo i quattro punti conquistati dopo otto giornate di campionato, ma è l’atteggiamento della squadra che continua a giocare male, a tirare con basse percentuali dal campo (36%) e dalla lunga (5/26 contro Roma) e a non mostrare segnali di ripresa. Sotto la lente di ingrandimento sono inevitabilmente finiti gli over. Marulli è l’indiziato numero uno. 13 minuti sul parquet domenica scorsa per il play titolare nero arancio, solo 5 punti messi a referto con il 33% dal campo e 3 palle perse. Paternoster ha dichiarato che il giocatore che ha voluto fortemente portare con sé in riva allo Stretto sta passando un brutto periodo e dovrà quindi ritrovare la giusta serenità. Involuzione che continua per capitan Fabi, 2 punti con uno 0/7 dalla lunga nell’ultimo incontro, ci si aspetta tanto anche da lui. Con Legion e Radic ancora alla ricerca della continuità è l’apporto dalla panchina che manca, Micevic e Fallucca non riescono ancora a dare un valido contributo alla squadra nei momenti del match in cui vengono chiamati in causa e non si può pretendere di più dai giovanissimi Guaccio, Taflaj e Guariglia. E allora? Possibile una novità nel quintetto, Paternoster potrebbe dare spazio dall’inizio a Lorenzo Caroti, il giovanissimo classe 1997, 14 punti in 30 minuti di utilizzo contro Roma, è apparso in ottima forma e vista la scarsa condizione di Marulli, la sua presenza nello starting five lunedì contro Ferentino è certamente un’ipotesi da prendere in considerazione. Il mercato? A distanza di una settimana dalle dichiarazioni del direttore generale Gaetano Condello il quale aveva dichiarato che la Viola non si muoverà sul mercato, sono arrivate le parole di Paternoster a “smentirlo” subito dopo la sconfitta contro l’Eurobasket. “Se continuiamo così saremo costretti a tornare sul mercato”, parole pesanti soprattutto a spronare la squadra per il coach potentino che lascia quindi aperto uno spiraglio a possibili aggiunte nel roster. Nel frattempo la società nero arancio è vicina all’ingaggio del play classe 1997 Domenico Antonicelli, in uscita da Chieti.