Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza, Roselli: “Fatta una gran partita”. Statella: “Il gol? Azione bellissima”

Cosenza, Roselli: “Fatta una gran partita”. Statella: “Il gol? Azione bellissima”

Sarebbe stato il massimo riscattare le tre sconfitte consecutive con una straordinaria vittoria sul difficile campo di Lecce. Arriva un pari, ma la soddisfazione rimane uguale perchè il Cosenza saluta la mini crisi e adesso può ripartire. Queste le parole del tecnico Roselli a fine gara: “Per noi è sempre una fatica, ma è bello per questo: uscire con i crampi, dare il massimo, questo è il calcio. I ragazzi hanno fatto davvero una grande partita, il gol di Statella è stato bellissimo, una ripartenza micidiale con un’azione stupenda: apertura, cross, sponda ed inserimento, il calcio. Il 2–0? Non mi è mai capitata una cosa del genere, sapete che io non parlo mai di errori ma sempre di buonsenso: non credo sia mai accaduto che, al 45’, in chiara occasione da gol, l’arbitro fischi la fine, è successo a noi e siamo stati sfortunati, tutto qui. Le uniche due partite in cui non ho visto la mia squadra sono state Andria e Taranto in Coppa, lì non ho visto la mia squadra, ma stiamo migliorando e stiamo cercando di creare qualcosa di bello e di grande”.

Statella: «Portiamo a casa un punto che fa morale e classifica, stiamo migliorando dopo partita. Il mio gol? Per quello che ricordo dal campo una bellissima azione, ma il merito è della squadra, così come della squadra è il merito di aver portato a casa un punto. Nel secondo contropiede Cosenza mi ha atterrato, secondo me era fallo, così come sono convinto che l’arbitro non avrebbe dovuto fischiare quando Gambino ha segnato a fine primo tempo».

Federico: «La squadra ha giocato benissimo, lottando su ogni palla ed aggredendo il Lecce. Il gol di Gambino? Sono stato arbitro trentasette anni e non ho mai visto cose del genere, così come il vantaggio non dato su un contropiede nella ripresa ed il fallo di Cosenza su Statella non ravvisato. Resta il rammarico, ma resta anche la certezza dell’impegno di questi ragazzi».
fonte: ilcosenza.it