Home / Sport Strillit / BASKET / Viola, l’effetto Pala Pentimele contro una Rieti da un roster che non soffre la rotazione
Viola Basket Palapentimele pieno di tifosi

Viola, l’effetto Pala Pentimele contro una Rieti da un roster che non soffre la rotazione

La Viola dopo la sconfitta subita  a Casale vuole ritrovare il
successo, e per farlo si affida all’effetto “PalaPentimele”. Sul
cammino dei neroarancio ci sarà la NCP Rieti, contro cui lo scorso
anno la Viola ottenne proprio all’ultima giornata una salvezza tanto
sofferta. Buono, se non ottimo, l’avvio di campionato dei laziali
allenati da coach Nunzi. Sei punti conquistati e un roster duttile in
grado di ben distribuire minutaggio e segnature tra diversi uomini. Il
play è Zanelli, ma in fase di costruzione si possono alternare tutti
gli uomini del pacchetto esterni, tra cui anche l’ex Casini ( 21 punti
per lui nell’ultima gara) e Di Prampero. Dalton Pepper è invece l’ago
della bilancia della NCP. L’ala americana, alla seconda stagione in
canotta azzurro-amaranto, può assicurare presenza e qualità sui due
lati del campo. La stella,almeno in questo avvio, è Deswhan Sims,
pivot di 203 cm, che sta viaggiando su medie davvero interessanti.
19.7 punti e 7.6 rimbalzi, con il record di 32 contro Scafati. Il
reparto lunghi è completato da Chillo, classe 93 in costante
crescitaDalla panchina attenzione anche a Benedusi. La fisicità e i
centimetri di Rieti, contro il dinamismo e l’intensità della Viola.
Due squadre sulla carta molto diverse che arriveranno al match anche
con il morale su livelli completamente opposti. Rieti è forse più
libera mentalmente, sulle ali dell’entusiasmo dopo aver vinto il derby
contro l’Eurobasket. Per la Viola c’è un “55” in attacco da cancellare
immediatamente.