Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5 Coppa Italia Regionale – Amantea e Polistena ad un passo dalla qualificazione

Calcio a 5 Coppa Italia Regionale – Amantea e Polistena ad un passo dalla qualificazione

Le tre gare giocate sono state caratterizzate da due vittorie interne ed una in trasferta. Sicuramente la squadra che, ha imposto una seria ipoteca sull’acquisizione della final-four è il Polistena che riscatta la prima sconfitta stagionale patita in campionato, espugnando il campo della Maestrelli, finalista della scorsa edizione della Coppa Italia proveniente dalla roboante affermazione di sabato. Convincente il successo interno dell’Amantea capace di tracciare un solco di tre reti dalla Roglianese prospettandosi un roseo futuro. Il match più atteso si è giocata sul neutro di Polistena tra la squadra di “casa” del Soverato e la capolista della C1 Enotria. La gara, tatticamente impeccabile, ha visto prevalere di misura gli uomini di mister Lombardo consapevoli, al ritorno, di potere contare su due risultati. La Hellas Cirò, strappa un prezioso pari sul campo del Traforo che, rivede i fantasmi dello scorso torneo.

AMANTEA – ROGLIANESE 5 – 2

Marcatori: 6’ Filice, 12’ Piluso, 22’ Furano, 45’ Gervasi (RO), 51’ Furano, 55’ Filice, 59’ Milano
Prepotente affermazione casalinga dell’Amantea che rifila una cinquina alla Roglianese mettendo una seria ipoteca sul passaggio del turno. In virtù di quanto prodotto il risultato finale, non fa una grinza premiando a buon diritto la squadra di casa che, per le occasioni create avrebbe potuto chiudere la sfida con un margine più ampio. Di contro la Roglianese, probabilmente soffrendo il manto erboso, è parsa sotto tono soprattutto nella prima frazione rischiando un passivo più elevato riscattando parzialmente il proprio rendimento, nella seconda parte di gara. In pratica nei primi 30’ i tirrenici, dominano la scena sbloccando il risultato dopo pochi minuti con un pallonetto di Filice. Subito dopo l’Amantea perde per infortunio una pedina fondamentale qual è Pellegrino ma, la squadra non si disunisce e con Piluso, al culmine di una azione corale, sigla il raddoppio. L’Amantea continua ad essere padrona del campo sfiorando più volte il terzo goal che, arriva a 5’ dal riposo ad opera di Furano dopo rapido triangolazione con Miraglia. La ripresa vede tornare in campo una Roglianese decisamente più determinata al punto di concretizzare la prima rete con Gervasi. I locali, non demordono e tornando a macinare giuoco vanno in goal altre due volte con Furano e Filice. Nel concitato finale la Roglianese, si schiera con il quinto uomo riducendo il passivo con Milano. Nel recupero accade di tutto tra recriminazioni dei locali per punizione non concessa e tiro libero assegnato agli ospiti calciato fuori da Marsico, il risultato non cambia consentendo all’Amantea di strizzare l’occhio verso un traguardo sognato ed ora a portata di mano.

FUTURA ENERGIA SOVERATO – ENOTRIA 2 – 1

Marcatori: 15’ Mirante (EN), 22’ Castanò, 55’ Santise

MAESTRELLI – POLISTENA C5 5 – 8

Marcatori: Lorenti, Arcudi (2), Marando, Suraci per la Maestrelli. Politanò (3), Insana (2), Foti (2), Cosoleto per il Polistena
Provenienti da opposti risultati di campionato Maestrelli e Polistena hanno dato vita ad un intenso braccio di ferro conclusasi con la meritata vittoria della compagine ospite. Sotto una fitta pioggia caduta per tutto il primo tempo i padroni di casa. Passano da subito in vantaggio con Lorenti a coronamento di una buona fase iniziale. Questa rete sembra il preludio ad una netta affermazione invece, a metà tempo la difesa locale si fa sorprendere dal micidiale uno-due del Polistena che ribalta il risultato e sulle ali dell’entusiasmo, concretizza il 1-3. Prima del riposo l’equilibrio torna a prevalere al punto che, entrambe i quintetti realizzano un goal archiviando il primo tempo sul 2 a 4. Ad inizio di ripresa la Maestrelli si schiera con il portiere di movimento riuscendo a tornare in partita grazie alla marcatura di Arcudi. Il tentativo di rimonta viene vanificato da due errori difensivi spostano ulteriormente il vantaggio a favore del Polistena. Nel finale di gara saltano gli schemi ed entrambe i quintetti si misurano a viso a aperto ne viene fuori un alternante botta e risposta fissando il punteggio sul 5-8. Questo risultato consente al Polistena mettere una seria ipoteca sul passaggio del turno.

LA SPORTIVA TRAFORO – HELLAS CIRO’ MARINA 3 – 3

Marcatori: 9′ Malena (HC), 12′ aut. Calabretta (HC), 18′ Cosentino (TR), 19′ Berardi (TR), 30′ Mummolo (HC), 48′ Berardi (TR)
Un volitivo Hellas Cirò strappa un pareggio preziosissimo sul campo della Sportiva Traforo. I padroni di casa partono bene e sciupano tre nidite palle gol, diversamente invece gli ospiti non falliscono la prima micidiale ripartenza e segnano con Malena. Il Traforo accusa il colpo e dopo tre minuti subisce il secondo gol cirotano. Evidente nell’occasione, l’errore del portiere Calabretta, che da calcio d’angolo infila la palla nella propria porta. I rossanesi provano la reazione che produce due reti nel giro di un minuto. Cosentino e Berardi gli autori. La squadra di casa attacca a testa bassa, ma non trova la rete del vantaggio, che forse avrebbe meritato per quanto creato. Il Cirò però è sempre in agguato e con Mummolo sul finire della prima frazione punisce gli avversari per la terza volta. Nella ripresa pronti via e la squadra di Tavernese spreca clamorosamente la rete del 2-4 che avrebbe decisamente chiuso i conti. Il Traforo, scampato il pericolo, riprende ad attaccare continuando però a sprecare le nmerose palle gol create. Intorno al 20′ è ancora Berardi a riaciuffare il pari. Gli ultimi assalti degli uomini di Madeo producono ancora ottime palle gol, puntualmente sciupate. Qualificazione ancora aperta per entrambe.
fonte: calabriafutsal.it