Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5 serie B – Cataforio sconfitto, pareggio a Cittanova, vince l’Odissea

Calcio a 5 serie B – Cataforio sconfitto, pareggio a Cittanova, vince l’Odissea

L’Odissea 2000 torna subito al terzo posto in campionato battendo la Lubrisol Recalbuto sfruttando il pareggio tra S’Isidoro e Assoporto Melilli. Fermato nuovamente il Corigliano tra le mura amiche rispettivamente da un fortissimo Real Cefalùmentre importante colpo esterno del Real Rogit sul campo del Cataforio. Pareggio spettacolare tra Edilferr Cittanova e Farmacia Centrale Paola in una gara al fotofinisch vietata ai deboli di cuore.

CATAFORIO– REAL ROGIT 3 – 4

Marcatori:Jener ( C) Cofone ( R) Cofone ( R) Urio ( R) Pedro Orofino( R)

EDILFERR CITTANOVA – FARMACIA CENTRALE PAOLA 4 – 4

Marcatori: Napoli ( E) De Melo ( E) De Melo ( E) Sarpa ( F) Perrotta ( F) Lucas Ribeiro ( E) Chiappetta G ( F) Chiappetta G ( F)

Si dice spesso che lo sport sia maestro di vita: di sicuro la migliora. Sono molte, in effetti, anche le lezioni che possiamo imparare dallo sport per poi applicarle alla vita quotidiana.” Una di queste lezioni le hanno date al palazzetto di Polistena Edilferr Cittanova e Farmacia Centrale Paola in una gara combattuta maschia ma ricca di rispetto reciproco che ha allontanato definitivamente le vicissitudini della scorsa stagione. Una gara particolare visto la posta in palio in gioco con i locali alla ricerca della prima vittoria stagionale e i paolani alla ricerca di continuità dopo un inizio di campionato all’altezza della situazione. Partita pazza è vietata ai deboli di cuore . A secco di successi dopo cinque partite, il quintetto di mister Angelo Milano è stato fermato sul pari dalla Farmacia Centrale Paola, nel match andato in scena al palazzetto dello Sport di Polistena. Anche nel campionato di serie B, dunque, si ripete la sfida tra le due compagini calabresi, le stesse che, nella scorsa stagione, hanno praticamente fatto un campionato a parte rispetto alle altre squadre, considerando il trend che hanno mantenuto col passare del tempo. Quello tra Cittanova e Paola è stato un match sicuramente combattuto, al termine del quale purtroppo l’Edilferr ha sprecato una ghiotta occasione per poter finalmente brindare al primo successo stagionale. Fino ad ora, infatti, i biancoblu hanno conquistato solo due pareggi e rimediato tre sconfitte. Ma la classifica si sta dimostrando abbastanza corta e il divario con le squadre che stanno davanti è davvero minimo.
Tornando alla partita, in avvio di primo tempo è più intraprendente l’ Edilferr Cittanova , con Napoli e Monterosso sugli scudi che trovano però l’opposizione di una difesa cosentina arcigna e devono anche fare i conti con un po’ di imprecisione. De Melo ha tra i piedi l’occasionissima per il vantaggio ma colpisce il palo,ma sul capovolgimento di fronte Napoli punisce gli ospiti : Startari si sgancia sulla sinistra, incrocia centralmente per l’accorrente Napoli, che punisce e sigla la rete del vantaggio . Gli ospiti hanno la possibilità di pervenire al pari su tiro libero ma Logatto non si fa sorprendere. Nella ripresa i ragazzi di mister Milano partono decisi e riescono a portarsi sul triplo vantaggio con una doppietta dell’italo brasiliano Gabriel De Melo. La Farmacia Centrale Paola comè è abile dimostrare non demorde e riesce a rientrare in partita con Sarpa su palla inattiva e con Perrotta. Orgoglio Edilferr però è punizione bomba di Lucas Ribeiro che fissa il punteggio sul 4-2. E’ Chiappetta a 4’ al termine a ridurre le lunghezze per i cosentini sino all’ultimo respiro: su una ripartenza l’ edilferr riesce a segnare ma per la terna è fallo sul portiere ospite e conseguente tiro libero per la Farmacia Centrale Paola poi trasformata da Chiappetta per il il 4 a 4 finale .La parola d’ordine, adesso, è soltanto una: dimenticare questo pareggio amaro e pensare subito alla sfida contro la Bernanda Futsal, in programma per martedì 1 novembre, formazione che, come l’Edilferr, lotterà fino all’ultimo per cercare di mantener e la categoria. Uno scontro diretto insomma, che si preannuncia ricco di emozioni.

CORIGLIANO FUTSAL –REAL CEFALU’ 2-4

Marcatori: Menini ( C) Cividini ( C) Toigo Wagner ( C) Di Maria ( C)

SANT’ ISIDORO- MELILLI 2-2

Marcatori: Giordano (S) Piazza ( S)Rizzo ( M)

Pari e spettacolo al Paladonbosco di Palermo dove Sant’Isidoro e Assoporto Melilli hanno incantato il numeroso pubblico con una partita da alti livelli e vietata ai deboli di cuori. Primo tempo senza gol ma con continui capovolgimenti di fronte, pali e parate dei portieri che negano la gioia del gol sia ai palermitani che agli aretusei. Il secondo tempo parte con lo stesso “leit motiv” e si sblocca solo al 10′ dopo 30 minuti effetivi giocati. Un’eternità nel futsal. Ad sbloccare il risultato è il Sant’Isidoro con Giordano abile ad aggirare l’attenta guardia del portiere Russocon un pallonetto che si stampa sulla traversa. Sul rimpallo è lesto lo stesso Giordano ad insaccare in rete. Il 2a0 arriva dopo appena un minuto ed a siglarlo è Piazza che porta in visibilio i tifosi del Sant’Isidoro. L’Assoporto Melilli non ci sta e accorcia subito le distanze direttamente su fallo laterale con la complicità del portiere Lo Piparo. Passa poco e Rizzo pareggia i conti. Il finale regala ulteriori emozioni.Sant’Isidoro e Assoporto sbagliano entrambe un tiro libero ciascuno con Cascino ad un minuto dalla fine e Rizzo a soli 10 secondi dalla sirena. Al triplice fischio applausi per tutti, tranne che per la terna arbitrale apparsa indecisa (da una parte e dall’altra) in diverse occasioni. Un punto che da comunque morale al Sant’Isidoro e che consente all’Assoporto di continuare la volata nelle zone alte della classifica.

MARITIME AUGUSTA- FUTSAL BERNALDA 7-1

Marcatori:Batata ( M) Batata ( M) Spampinato ( M) Eric ( M) Fusco ( B) Follador ( M) Everton ( M) Chalo ( M)

Vittoria convincente per il Maritime che supera il Bernalda e prosegue la corsa in vetta alla classifica. Gara a senso unico con i biancoblù che macinano gioco dal primo all’ultimo minuto e con il Bernalda che si difende basso, affidandosi a sporadiche ripartenze. Nel taccuino oltre alle sette reti (3 Everton, Spampinato, Eric, Follador e Chalo) anche due legni (Follador e Lemine) e due tiri liberi calciati da Zanchetta e disinnescati da De Brasi.Inizio sprint per il Maritime che passa in vantaggio dopo 100 secondi. Passaggio filtrante di Zanchetta per Everton: il suo destro accarezza il palo alla sinistra destra di De Brasi e s’infila in rete (1-0). Il Maritime insiste e Lemine costringe l’estremo ospite ad una parata in due tempi. Padroni di casa ancora pericolosi con Follador, il suo destro centra in pieno l’incrocio dei pali. Il Bernalda prova ad alzare la testa, ma Dal Cin resta inoperoso. I biancoblù insistono con Eric che dribbla due avversari e calcia in porta da ottima posizione, la conclusione è “murata” da… Ortega. Il Bernalda prova il break con una punizione, ma il sinistro di Gallitelli si perde alto. Sull’altro fronte Maritime ancora pericoloso: sugli sviluppi di una punizione Ortega impegna seriamente De Brasi. Poi è la volta di un sinistro a giro di Zanchetta, la palla finisce di poco fuori (9’36”). Zanchetta ci prova nuovamente dalla distanza, il suo sinistro finisce di poco alto. Ancora Zanchetta, De Bravi si fa trovare pronto. Sugli sviluppi del corner successivo, palla filtrante per Follador, una sorta di rigore, l’estremo ospite di salva d’istinto. Seguono nell’ordine un destro di Chalo ed una conclusione di Lemine. Dopo il lungo martellamento il Maritime trova il raddoppio con un’azione manovrata esaltata dal velo di Eric e conclusa in rete dal destro di Everton (2-0). I biancoblu insistono con una conclusione a botta sicura di Everton (respinta da Fusco) ed un tiro dalla distanza di Follador (De Brasi devia in angolo). Il tris arriva poco dopo. Everton in versione pivot smista la sfera a Zanchetta che serve in orizzontale Spampinato abile a insaccare di destro (3-0). Ancora tanta carne al fuoco. A partire dal tiro libero di Zanchetta, deviato in angolo da De Brasi. L’estremo ospite è superbo anche sulla conclusione di Spampinato. Nel finale di tempo Fusco ci prova dalla distanza, Carlos Dal Cin devia senza problemi. C’è pure il tempo per il secondo tiro libero. Si rinnova la sfida Zanchetta-De Brasi: ha ancora la meglio il portiere ospite che si salva di piede. Nella seconda frazione di gioco Maritime subito in pressione con il destro di Lemine che scheggia la traversa. Il Bernalda ci prova su ripartenza, Da Costa ha la palla buona ma Zanchetta e Dal Cin gli rubano il tempo. E’ solo una pausa. I padroni di casa affondano ancora con un bel destro secco e angolato di Eric che sorprende De Brasi (4-0). Il Maritime continua a spingere, ma stavolta si fa sorprendere dalla ripartenza imbastita da Da Costa e concretata da De Pizzo che di sinistro sigla il gol della bandiera (4-1). La squadra guidata da Passanisi non ci sta e continua a dare gas. Arriva subito un sinistro di Eric, finito a fil di palo. Poi è la volta di Follador, De Brasi devia. Il quinto gol arriva sugli sviluppi di un calcio piazzato: Everton serve Follador che calcia secco di sinistro, la sfera è diretta in porta e s’infila in rete con la deviazione finale di Fusco (5-1). Il Maritime non si accontenta e allarga lo score con il destro di Lemine, deviato sotto porta da Everton (6-1). C’è ancora il tempo per una ripartenza di Gallitelli sventata da un gran intervento di Carlo Dal Cin e per la rete di Chalo che chiude i conti (7-1).

ODISSEA 2000- LUBRISOL RECALBUTO 4-3

MARCATORI: 8’51’’ p.t. Kevin, 13’07’’ p.t. Cobo, 18’50’’ p.t. Scervino, 4’10’’ s.t. Cristian, 9’36’’ s.t. Scervino, 12’10’’ s.t. Chiavetta, 19’38’’ s.t. Bay.
Pronto riscatto dell’Odissea 2000 che torna alla vittoria battendo il Regalbuto per 4 a 3, al termine di una partita intensa e combattuta. La squadra allenata da Sapinho ha disputato una grande partita, anche in relazione alle assenze per squalifica di Pizetta e Russo che hanno privato l’allenatore gialloblù di due cambi importanti. Il gruppo è stato compatto, ognuno ha raddoppiato gli sforzi e meritatamente è riuscito a portare a casa i tre punti. Non era facile perché di fronte aveva un avversario ben messo in campo e dotato di buona tecnica. La partita – L’Odissea 2000 si presenta in campo molto determinata e nei primi minuti di gioco sfiora in gol con Zé Gato (con un tiro dalla distanza), Scervino, Richichi e Cristian, in tutte e quattro le occasioni è bravo il portiere avversario Moreno a neutralizzare le conclusioni. Il Regalbuto riesce a uscire dal guscio intorno al settimo minuto portando al tiro Cobo e Petriglieri che impegnano Zè Gato in due difficili parate. La gara si sblocca nel corso del nono minuto grazie a Kevin che riesce a trafiggere Moreno. I padroni di casa subito dopo hanno la possibilità di raddoppiare, ma, prima Moreno salva la propria porta su un tiro ravvicinato di Scervino, poi, la traversa respinge La conclusione di Cristian. Sul capovolgimento di fronte il Regalbuto trova il gol del pareggio: Zé Gato tenta un dribbling nella propria area di rigore, Cobo gli ruba palla e segna a porta vuota. La squadra rossanese ha un attimo di sbandamento e Bay per poco non la beffa, Zé Gato si fa perdonare l’errore compiendo un ottimo intervento. Scampato il pericolo, i gialloblù premono sull’acceleratore e dopo aver colpito un palo con Kevin, passano nuovamente in vantaggio con un tiro di Scervino. Il tempo si chiude con un’occasione per parte: Richichi sfiora il palo alla destra di Moreno; Campagna si vede negare la rete da Zé Gato. Dopo l’intervallo è la squadra di Sapinho a fare la gara, i calabresi vogliono chiudere la partita e mettono alle corde gli avversari. Leotta, subentrato all’infortunato Moreno, deve fare gli straordinari per fermare le conclusioni di Cristian e Richichi. L’appuntamento del gol è solo rinviato perché, al 4’10’’, un preciso rasoterra di Cristian porta il risultato sul 3 a 1. Anche con il doppio vantaggio l’Odissea 2000 continua a macinare gioco e, dopo, 5 minuti, fa poker con un diagonale di Scervino. A questo punto mister Paniccia gioca con il portiere in movimento e il Regalbuto accorcia subito le distanze con Chiavetta. I siciliani credono nella rimonta e chiudono gli avversari nella propria metà campo portandosi alla conclusione in tre occasioni: Zé Gato (per due volte) e la traversa negano il terzo gol agli ospiti. Il tris per i biancazzurri arriva a 22 secondi dal suono della sirene e serve solo per fissare il punteggio sul 4 a 3. Al termine della partita c’è tanta soddisfazione nel clan rossanese, per tutti parla il player manager Sapinho.

“E’ stata una partita dura e di sofferenza, ma, questo si sapeva perché il Regalbuto riesce a mettere in difficoltà qualsiasi avversario. Per noi oggi la cosa più importante era vincere per rialzarci dopo la sconfitta di Reggio Calabria e per muovere la classifica. Devo fare i complimenti ai miei giocatori che hanno disputato un’ottima partita e si sono sacrificati tanto per sopperire alle assenze di Pizetta e Russo. Un plauso particolare voglio farlo al nostro portiere Zé Gato che alla prima partita da titolare dopo l’infortunio si è disimpegnato alla grande”.
fonte: calabriafutsal.it