Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – Viola, avvio non esaltante. Si punta al PalaCalafiore

Basket – Viola, avvio non esaltante. Si punta al PalaCalafiore

di Gianni Tripodi – Rimanere uniti nonostante tutto. Tre sconfitte ed una sola vittoria, questo il bilancio delle prime quattro giornate di campionato dei nero arancio. Un avvio tutto in salita dunque per gli uomini di coach Paternoster che dovranno cercare l’immediato riscatto già a partire dalla gara contro Agrigento, quella che segnerà il ritorno tra le mura amiche del Pala Calafiore dopo l’esilio forzato a Barcellona. E’ ancora presto per fasciarsi la testa, bisognerà però imparare alla svelta dagli errori commessi, contro Siena sono venuti a galla tutti i limiti della squadra, le troppe disattenzioni difensive e una poca lucidità nei momenti clou del match sono tutti aspetti su cui si dovrà lavorare. Non basta avere il quarto attacco del campionato con 80.7 punti segnati a partita, quando sei anche la squadra che perde più palloni, ben 57 in quattro partite, con Legion (4.0) e Marulli (3.0) tra quelli che ne perdono di più in fase di impostazione di gioco. Serve continuità di rendimento da parte di tutti, Legion dipendenti? E’ un dato di fatto, quando l’americano non gira, contro Siena 6 soli punti realizzati su 13 tiri tentati, non basta un Fabi da 22 punti con il 57% dalla lunga o un Radic da 19 punti e 14 rimbalzi e se, anche il resto della squadra non dà un valido contributo, diventa poi difficile raggiungere la vittoria. Settimana travagliata intanto in vista della sfida contro Agrigento, problemi per Radic e Micevic i quali hanno saltato gli ultimi allenamenti, la buona notizia arriva invece da Ion Lupusor, out da circa 30 giorni e ormai sulla via del recupero. Dopo l’infortunio alla mano subito durante l’amichevole di settembre contro la Costa d’Orlando, l’italo moldavo ha tolto il gesso protettivo ed ha iniziato la fase di riabilitazione. Il suo rientro in squadra è previsto per il 6 novembre nella trasferta a Casale Monferrato. Coach Paternoster sa benissimo che domenica contro Agrigento dovrà centrare una vittoria, l’obiettivo dichiarato è la salvezza, ma bisognerà sin da subito conquistare punti fondamentali in vista di un campionato molto più competitivo rispetto alle passate stagioni.