Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza, tante partite da non ricordare, ma vinte. Roselli valore aggiunto
ROSELLI Giorgio

Cosenza, tante partite da non ricordare, ma vinte. Roselli valore aggiunto

E sono sei. I risultati utili del Cosenza in queste prime nove giornate di campionato. Robustezza, forza, capacità di reazione e saggezza. Con queste caratteristiche mister Roselli ha costruito il suo gruppo, a dispetto di una estate tormentata e che ha visto perdere con il passare del tempo quasi tutti i pezzi pregiati. Roselli-Cerri, la coppia messa in piedi da quel Guarascio puntualmente preso di mira ad ogni inizio stagione e poi capace, anche attraverso le sue scelte, di raggiungere obiettivi insperati. Il Marulla è diventato tabù per qualsiasi avversario, le vittorie vengono costruite con grande pazienza e capacità di attesa. Nessuno ricorderà come partite memorabili quelle fino al momento disputate dai rossoblu, ma alla fine, quel che conta è il risultato finale e fino ad ora Gambino e compagni sono stati quasi sempre premiati. Una serie anche di episodi favorevoli, che non sempre le squadre riescono a cogliere come opportunità da sfruttare, a dimostrazione di un gruppo che sta diventando grande squadra. Capiremo ancor meglio la forza di questo Cosenza nel momento in cui anche le prestazioni saranno migliori, tutto lascia pensare che il confronto con gli squadroni di questo girone possa avvenire alla pari. E con il vantaggio di non essere considerati favoriti, cosa non da poco sul piano delle pressioni e della necessità quindi di vincere ad ogni costo. Il Cosenza va, viaggia speditamente verso posizioni di classifica prestigiose grazie ad una costanza di risultati che oggi lo pone alle spalle delle due superfavorite pugliesi ed al fianco dell’altro squadrone, la Juve Stabia. Squadra quest’ultima che ospiterà i lupi esattamente tra due settimane. Una doppia trasferta, compresa quella con l’Andria, che può dire qualcosa in più sulla reale forza dei silani.