Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Lega Pro, tra le grandi anche il Cosenza. E’ ancora legge del Marulla

Lega Pro, tra le grandi anche il Cosenza. E’ ancora legge del Marulla

Sarà anche fortuna, sarà pure che il vento in questo periodo gira a favore del Cosenza, sarà! Ma queste opportunità non sempre vengono colte al volo, cosa che invece i rossoblu stanno facendo. Anche contro la Paganese, nessuno avrebbe immaginato dopo i primi quarantacinque minuti di gara, di poter assistere ad una seconda parte così entusiasmante. Almeno per quello che riguarda gli episodi, con il vantaggio degli ospiti e dopo appena due minuti l’espulsione di un giocatore campano che lascia la Paganese in dieci a gestire il vantaggio. Nel frattempo c’è Roselli che azzecca l’ennesima mossa, perchè qualche minuto prima aveva mandato in campo Baclet e cambiato atteggiamento tattico. Lo stesso Baclet che trova il gol del pareggio, cambiando il risultato e soprattutto lo stato psicologico delle due squadre. Il Cosenza rispecchia il carattere del proprio allenatore, determinazione e voglia di crederci fino alla fine, anche quando in campo non viene offerto il massimo dello spettacolo. Con gli avversari in nove uomini, per la seconda espulsione, questa volta dell’estremo difensore Marruocco, i lupi trovano la rete liberatoria di Mungo che impacchetta tre punti straordinariamente importanti. Il Cosenza, tranne la parentesi Taranto, soprattutto al Marulla non lascia scampo qualunque sia l’avversario. La continuità di rendimento e risultati, il sesto consecutivo, tengono gli uomini di Roselli attaccati alla parte alta della classifica, forse anche un pò oltre le previsioni. Il dato è che insieme a quel pizzico di fortuna e qualche episodio che gira per il verso giusto, c’è anche un gruppo in crescita sul piano del gioco e della consapevolezza. Gli addetti ai lavori, adesso, insieme a Matera, Lecce, Foggia e Juve Stabia, dovranno necessariamente inserire anche il Cosenza tra le favorite di questo campionato.