Home / Sport Strillit / BASKET / Basket: rabbia Viola, sconfitta a Roma dalla capolista (83-79)

Basket: rabbia Viola, sconfitta a Roma dalla capolista (83-79)

di Gianni Tripodi – Capitale amara per i nero arancio. La Viola esce sconfitta dal Palazzetto dello Sport di Roma (83-79) al termine di un match dominato per oltre 35 minuti di gioco, decisivi gli ultimi decisivi possessi con la squadra condizionata dai falli. Grande occasione persa per gli uomini di coach Paternoster che potevano e dovevano dare continuità all’ottima prova di sette giorni fa contro Biella. Contro la sorpresa di questo inizio di campionato, l’Unicusano Roma, ancora a punteggio pieno, pesano come un macigno le 22 palle perse e i 19 rimbalzi offensivi catturati dai laziali che riescono a portare a casa i due punti con il 32% dal campo (26/81). Nulla da recriminare a Fabi e compagni che giocano con la solita grande intensità senza mai mollare ed escono dal parquet a testa altissima. Rispetto alla vittoria ottenuta contro Biella, Paternoster preferisce Fallucca al posto di Micevic in quintetto con Marulli, Legion, Fabi e Radic. L’avvio di gara dei nero arancio è da manuale del basket, dopo il primo timido vantaggio iniziale dei padroni di casa (5-2) con i canestri di Chessa e Landi, è dominio Viola, solo una squadra sul parquet. Il duo composto da Fabi con 12 punti e il 90% dal campo (5/6) e Legion da 11 punti anche lui con il 90% dal campo (4/5) mettono al tappetto i romani. La difesa degli uomini di Paternoster non lascia spazi e Roma non riesce a trovare la via del canestro forzando le conclusioni (4/19), 4’ di gioco senza infilare la retina. Letale il parziale di 16-0 dei nero arancio che danno via al massacro (+18), sul finale c’è spazio anche per il gioco da tre punti di Guariglia, 16-30. Secondo quarto: Due triple di Baldasso e Sandri provano a scuotere Roma che tira con il 22% dal campo, ma ha una reazione d’orgoglio, due palle recuperate e una maggiore intensità difensiva che mettono in difficoltà la Viola, solo 3 punti in 5’ di gioco. I padroni di casa si riportano sotto con le giocate di Raffa (6 punti consecutivi) per il -6 (27-33), servono ancora una volta i punti del duo Legion – Fabi a ridare ai nero arancio il vantaggio in doppia cifra (+14). Roma non molla la presa e riesce con Sandri e Raffa a riavvicinarsi, 39-47, sul finire di quarto, ingenuo fallo antisportivo fischiato a Caroti (terzo) e si va negli spogliatoi. Terzo quarto: I laziali cercano la disperata rimonta forzando però dalla lunga distanza (3/20), Legion e Radic per il vantaggio in doppia cifra, +11, tegola su Paternoster a 6’17” dal termine della terza frazione di gioco con il quarto fallo fischiato a Legion. Roma si affida alle giocate dell’americano Brown che si carica la squadra sulle spalle segnando tutti i 14 punti della squadra nel quarto, antisportivo fischiato a Marulli (quarto), la tripla di Landi del -4 riapre il match, 57-61, timeout Paternoster. La Viola soffre e i padroni di casa iniziano a crederci, parziale di 11-0, cinque punti consecutivi di Maresca con la tripla allo scadere che vale il sorpasso, 62-61. Quarto quarto: Chessa risponde al canestro di Fallucca, ritmi di gioco altissimi, ci pensa Radic a rompere l’equilibrio con il gioco da tre punti, 66-70 a 6’18 dal termine. Roma lotta su ogni pallone, 10-0 di parziale con le triple di Chessa e Sandri, 76-70 e massimo vantaggio per i padroni di casa, timeout Paternoster. La Viola gravata di falli (4 per Radic, Legion e Fallucca) continua a crederci, la penetrazione di Caroti e il gioco da tre punti di Fallucca per il -3 a 2’25” dal termine, Roma fallisce il colpo del ko, il canestro in reverse di Legion vale il -1, Sandri riporta i suoi sul +3 a 33” dal termine. Radic fa 2/2 dalla lunetta per il -1, tecnico fischiato a Paternoster per proteste. Finale caldissimo, Raffa fa 1/2 ai liberi per il +2, Caroti sbaglia il canestro del pareggio a 8” dal termine, è Raffa a chiudere definitivamente il match, finisce 83-79. Prossimo impegno domenica 23 al Pala Alberti di Barcellona contro Siena.

3° Giornata – Serie A2 Girone Ovest

Unicusano Roma – Viola Reggio Calabria 83-79

Parziali: 16-30, 39-47, 62-61, 83-79

Arbitri: Christian Borgo di Dueville (VI), Roberto Radaelli di Rho (MI) e Alessandro Saraceni di Zola Pedrosa (BO)

Unicusano Roma: Maresca 5, Raffa 19, Landi 8, Piccolo ne, Lentini ne, Baldasso 3, Brown 20, Sandri 12, Benetti 2, Chessa 14, Vedovato ne

Coach: Fabio Corbani

Viola Reggio Calabria: Legion 19, Guaccio ne, Marino ne, Caroti 4, Taflaj, Fabi 18, Guariglia 3, Micevic 7, Fallucca 5, Radic 18, Marulli 5

Coach: Antonio Paternoster