Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Campionati Italiani Master di Pentathlon lanci. Al cosentino Vaccari il titolo italiano

Campionati Italiani Master di Pentathlon lanci. Al cosentino Vaccari il titolo italiano

Al Campo Scuola di Atletica Leggera di Catania si sono svolti i Campionati Italiani Master di Pentathlon lanci, manifestazione alla quale ha preso parte, come di consueto, la coppia cosentina che risponde ai nomi di Maria Grandinetti (SF50) e Antonio Vaccari (SM50), atleti master tesserati per l’Atletica Cosenza. A salire sul gradino più alto del podio è stato Antonio Vaccari, che grazie ad una buona “condotta di gara” nelle cinque specialità previste, dove ha ottenuto un totale di 3241 punti, ha avuto la meglio su tutto il lotto dei concorrenti (SM50), lasciando al secondo posto Nicola Lodi, della Fratellanza di Modena, che ottiene 3014 punti. Il catanese Gaetano Marchese si colloca al terzo posto con 2901 punti. I risultati ottenuti dall’atleta cosentino sono stati: getto del peso kg. 6,000 / m. 10,52 / 626 punti; lancio del disco kg. 1,5 / m. 33,05 / 539 punti; lancio del martello kg. 6,000 / m. 36,20 / p. 560; lancio del martello maniglia corta da kg. 11,34 / m. 13,69 / p. 698; lancio del giavellotto gr. 700 / m. 53,17 / p. 818. Non è andata bene per la consorte, Maria Grandinetti, che si è dovuta accontentare della medaglia di bronzo, in quanto nella gara del lancio del martello, suo punto di forza, ha ottenuto 3 lanci nulli e un conseguente punteggio di zero punti. Nonostante ciò, con i risultati ottenuti: getto del peso kg. 3,000 / m. 8,71 / 594 punti; lancio del disco kg. 1,0 / m. 23,39 / 476 punti; lancio del martello kg. 3,000 / N.C. / p. 0 ; lancio del martello maniglia corta da kg. 7,260 / m. 11,67 / p. 726; lancio del giavellotto gr. 500 / m. 22,36 / p. 465. Il suo punteggio totale è stato di 2261 punti, con un terzo posto alle spalle della vincitrice Marzia Zanoboni – Asd Liberatletica Roma – (punti 3082) e della seconda arrivata, la bresciana Paola Rosati dell’Atletica Virtus Castenedolo (punti 2818), che lascia certamente un po’ di amaro in bocca!

fonte: calabria.fidal.it