Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5 serie C1 – Comanda in solitudine la sorpresa Futsal Polistena

Calcio a 5 serie C1 – Comanda in solitudine la sorpresa Futsal Polistena

La terza giornata sancisce come regina momentanea del campionato la sorpresa Futsal Polistena. Squadra che dopo l’inattesa eliminazione dalla Coppa aveva dato adito a qualche dubbio sul reale valore della squadra ma il responso campo dice che dopo tre partite è sola al comando a punteggio pieno. A seguire, appaiate, Five Soccer, bloccata in casa dal Lamezia ed Enotria, corsara in quel di Siderno entrambe a 2 lunghezze dalla vetta. Goleada a Rogliano dove i ragazzi di mister Sicilia battono 5-0 il quotatissimi rossanesi de La Sportiva Traforo. Cade di nuovo il Kroton nella seconda trasferta consecutiva ma, stavolta i tre punti li conquista proprio la capolista. Insieme al Kroton cadono la Maestrelli, sconfitto a domicilio dal Bovalino e lo Zefhir, che perde nettamente a Soverato. Kroton, Maestrelli e Zefhir chiudono la classifica con 1 solo punto in compagnia dell’Amantea che non va oltre l’1-1 in casa contro l’Atletico Cetraro.

FUTSAL POLISTENA – KROTON 6 – 5

Marcatori Polistena: Aziz, A.Varamo, Paternò (2), Cannizzaro, Briga. Marcatori Krotone Cimino (2), Gerace, Tricoli, Macrillò)
(A.S. Polistena) – Vittoria strameritata per la Futsal Polistena. Primo tempo , finito 4-1, è stato letteralmente dominato dalla squadra di casa, che si permette il lusso anche di sbagliare un rigore e di divorarsi gol praticamente fatti. Gli ospiti, a parte il gol nato da una netta deviazione di un difensore e un tiro libero sprecato, non hanno costruito praticamente nulla, in campo c’era solo una squadra. Nel secondo tempo le parti si invertono complice anche un rilassamento del Polistena che sembra rimasto negli spogliatoi a festeggiare la vittoria, e subisce la rimonta di un Kroton che non ci stava a fare brutte figure. Girandole di gol fino ad arrivare al 6-5 finale. Tutto sommato il Kroton è una buona squadra ma oggi i tre punti vanno al Polistena che è sempre più primo in classifica meritatamente. Rimaniamo comunque con i piedi per terra, abbiamo affrontato tre signore squadre ma il nostro obiettivo rimane la salvezza.

F.F. SIDERNO – ENOTRIA CZ 2 – 4

Marcatori: 4’ Mirante (E), 12’ Tallarigo (E), 25’ Scarfone (E), rig. Lombardo (FFS), 48’ Morabito (E), 55’ Carnuccio (FFS).
(A.S. FF Siderno) – Primo tempo con il Siderno che rimane negli spogliatoi, Enotria facilmente domina in lungo e in largo soprattutto dal punto di vista tattico, favorita anche dalla presenza di diversi giocatori di esperienza. Peccato per il Siderno perché recuperava diversi calciatori ma oggi erano ancora in fase di rodaggio. La partita si sblocca dopo 4 minuti, su una ripartenza facile Mirante fa centro. Il Siderno non c’è proprio in campo nel primo tempo e allora l’Enotria colpisce con il suo numero 10 Tallarigo al 10’. Ci si aspetta la reazione della Fantastic, ma l’Enotria CZ, ben guidata da un superlativo Mirante, sigla il terzo gol al 25’ con Scarfone. Sembra già finita la gara ma in realtà mister Iannopollo striglia i suoi nell’intervallo e nel secondo tempo la partita cambia totalmente volto. Il Siderno schiccia l’Enotria a difendere sui suoi 10 metri e trova il 1-3 su un calcio di rigore netto trasformato da Lombardo. Al 22’ il Siderno approfitta di una fase di sostituzione inaspettatamente favorevole, che paradossalmente lascia l’Enotria in 3 uomini, colpa di una errata comunicazione tra chi lasciava il campo e chi entrava, è facile per Morabito rimettere la partita sui binari giusti segnando il momentaneo 2-3. Subito dopo grande occasione per il pareggio sui piedi di Fiorenza, ma Rotello dice superbamente di no, ma il Siderno non ha la forza di pareggiare e l’Enotria si riprende il doppio vantaggio (2-4) con Scarfone che in pratica chiude la partita. Risultato giusto, Enotria superiore in questa gara, ma il Siderno è in rodaggio e dirà la sua con il rientro di giocatori importanti.

FIVE SOCCER – LAMEZIA SOCCER 3 – 3

Marcatori: 11’ Zurlo, 21’ Carnevale, 30’ A. Capicotto, 34’ Caffarelli, 35’ M.Capicotto, 43’ Donato)
(A.S. Five Soccer) – Five Soccer parte forte, già 3 tiri in porta nei primi due minuti, però di fronte c’è stato un grandissimo portiere. Partita sbloccata al 11’ con Zurlo. Poi verso il ventunesimo c’è stato il pareggio Lamezia con una ripartenza e gol di Carnovale, allora la Five ricomincia a macinare gioco chiudendo gli avversari e solo al primo minuto di recupero va in gol con A.Capicotto. Nel secondo tempo riparte sempre forte la squadra di casa ma l’estremo difensore del Lamezia fa miracoli. Al 34’ su ripartenza il Lamezia pareggia con Caffarelli, ma dopo appena un minuto la Five si riporta in vantaggio con M. Capicotto. Verso il 43′ di nuovo pareggio Lamezia con Donato. A questo punto la FIve riprende a giocare e nei dieci minuti finali è forcing: negato un rigore clamoroso, colpisce un palo e il portiere lametino ha continuato a parare l’impossibile. Alla fine possiamo la Five subisce tre tiri in porta e tre gol mentre ne produce almeno 30, ma la loro porta sembrava stregata.

ROGLIANESE – LA SPORTIVA TRAFORO 5 – 0

Marcatori: 36’ Lo Riggio, 50’ Marsico, 54’ Franze, 59’ Marsico, 61’ Marsico.
Grande prova dei rossoneri che si impongono sui più quotati avversari al termine di una gara condotta dal 1’ al 60’ minuto di gioco. L’avvio è di marca locale con almeno un paio di occasioni sprecate ,mentre gli ospiti si affidano alla classe di Ferraro per alleggerire la pressione dei padroni di casa. Il team di mister Madeo riesce a mantenere inviolata la propria rete con grande fatica fino alla fine del primo tempo, con Cuconato chiamato per la prima volta in causa al minuto 16 su tiro di Ferraro. Al rientro dagli spogliatoi si aspetta la reazione ospite ma, complice una errata valutazione di Vangieri, é Lo Riggio a portare meritatamente in vantaggio i suoi. La Roglianese continua a spingere sulle ali dell’entusiasmo mentre il Traforo cerca la zampata d’orgoglio. Franzè e Gerbasi sprecano in malo modo due belle occasioni per il raddoppio, ma è una fucilata di Marsico su punizione a spegnere definitivamente le speranze di rimonta rossanesi.Mister Madeo si affida subito al portiere di movimento, ma la mossa non sortisce l ‘effetto sperato con i locali ottimamente disposti in campo. Franze a 5’ dal termine segna la terza rete, imitato poco dopo da Marsico su tiro libero. Prima del triplice fischio di chiusura c’è ancora gloria per Marsico che si inventa un gol da centrocampo, sfruttando l’errato piazzamento del portiere ospite. Al fischio finale l’applauso fragoroso del pubblico saluta tutti i partecipanti al termine di una grande partita.

MAESTRELLI – BOVALINO 3 – 5
Marcatori: 5’ Avarello (B), 8’ Pratticò (B), 23’ Marando (M), 32’ Stuppino (B), 36’ B.Federico (B), 51’ R.Barillà (B), 52’ A.Oliva (M), 58’ Postorino (M).

Il Bovalino riscatta il passo falso casalingo andando a sbancare il difficile campo della Maestrelli. Grazie al una partenza sprint contraddistinta da due reti gli uomini di mister Franco incanalano la gara secondo i propri dettami. I padroni di casa non mollano e prima del riposo concretizzano con Marando, la rete che riapre la sfida. In avvio di ripresa, però, i locali incappano negli stessi errori della prima frazione subendo un micidiale uno-due da Stuppino e B. Federico. Nel finale R. Barillà blinda i tre punti vanificando il tardivo ritorno degli avversari in rete con Oliva e Postorino.

F.E. SOVERATO – ZEFHIR 3 – 0

Marcatori: 4’ Ranieri, 11’ Chiaravalloti, 51’ Castanò.
La partita inizia con l’assalto della Futura Energia Soverato arrembante con un paio di incursioni di Castano’ e Santise. Al 4′ arriva subito il gol con un’azione personale di Ranieri, tra l’altro tornato in campo dopo un lungo periodo di stop. Ci sta tutto l’urlo liberatorio del ragazzo di Davoli. All’11’ del del primo tempo Chiaravalloti realizza la seconda rete per la Futura Energia. Dopo un assedio al portiere ospite i padroni di casa subiscono un paio di incursioni della squadra avversaria, ma un superlativo Sperli riesce ad annientare ogni azione dello Zefhir. Nel secondo tempo lo Zefhir cresce e tenta in tutti i modi di sfondare la porta difesa dal muro chiamato Sperli. La Futura Energia entra sottotono nella ripresa, in verità poco concentrata sentendo già sua la gara ma mister Lombardo dalla panchina si fa sentire e richiama i suoi uomini ristabilendo la sovranità nel Palascoppa. Al 21′ Castano’ realizza la terza rete per la Futura Energia Il fischio finale arriva tra gli applausi dal pubblico e il palazzetto concede la standing ovation per le giocate dei ragazzi di Lombardo. La Futura Energia batte lo Zefhir 3-0.

AMANTEA CALCIO A 5 – ATLETICO CETRARO 1 – 1

Marcatori: 50’ rig. Furano (Am), 55’ rig. Losada (AC)
(A.S. Amantea) – Partita bellissima, primo tempo tutto blucerchiato con un Gervasi super a neutralizzare i tiri di Miraglia, Pellegrino e Innocenti, mentre Mandarini con un’azione solitaria supera due avversari e spiazza Gervasi ma finisce sul fondo. Il primo tempo finisce sull 0-0 e sembra ripetersi la partita in quel di Lamezia, anche se nel secondo tempo il Cetraro esce meglio, ma le palle più limpide capitano sempre sui piedi blucerchiati, anche Petralia fa due ottimi interventi, ma a 10 minuti dalla fine su incursione di De Luca, Gervasi esce e lo travolge: Rigore che viene trasformato da Furano. Il Cetraro non ci sta e utilizza il portiere di movimento, poi su una mischia in area l’arbitro assegna il secondo rigore di giornata che trasforma Losada. Lo stesso esulta con un brutto gesto al pubblico fin li corretto. Alla fine arriva un punto ma la prova è stata di alta classifica, chiedere a Gervasi per conferma.
fonte: calabriafutsal.it