Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio, Eccellenza – Tutti i segreti della Reggiomed. All’orizzonte la trasferta di Trebisacce

Calcio, Eccellenza – Tutti i segreti della Reggiomed. All’orizzonte la trasferta di Trebisacce

di Giuseppe Calabrò – E’ una Reggiomediterranea che si gode il magico momento senza prendersi troppo sul serio. E’

probabilmente questo il segreto di una società con i piedi ben piantati a terra, niente capogiri d’alta

quota  ( terzo posto  con 10 punti), “normalmente” ha interrotto la striscia vincente della super- corazzata

Isola Capo Rizzuto , un nulla di fatto che annulla sul campo le differenze di investimenti economici e del

valore dei singoli. Evviva !

Robustezza del reparto arretrato, dinamicità a metà campo, quattro “baluardi” ( il portiere Cannizzaro, i

centrali difensivi Mallamaci e Gianni Marcianò, l’esterno Andiloro)  del Reggiomed che hanno imposto alla

Imbattuta capolista ( che continua a non subire reti, 450 minuti di inviolabilità) un brusco stop che fa

sorridere le antagoniste come la Cittanovese del giovane tecnico Mimmo Zito ad un solo punto dalla cima.

Certamente la leadership dell’ Isola  non si discute, centrerà l’obiettivo della promozione diretta, ma ….

non bisogna “ specchiarsi” troppo, è difficile ripeter la “cavalcata” solitaria della Palmese di due anni fa.

Il portiere Cannizzaro 21 anni, , 1.86 cm., è stato ancora una volta fondamentale, è in splendide

condizioni,due interventi super su calci da fermo di Corsale.

E’ cresciuto nella giovanili del  Croce Valanidi, poi a Catanzaro, è felino, abile nei pali che nelle uscite.

Decisamente un “ valore aggiunto” , una garanzia per l’intero reparto arretrato della formazione reggina.     

Pomeriggio da incorniciare per i centrali difensivi , Mallamaci e Gianni Marcianò.

Mallamaci , 20 anni, l’anno scorso a Catanzaro, è elegante,forse troppo,  possente,gioca d’anticipo come

pochi, perfetta la sincronia con il compagno di reparto con Gianni Marcianò, ex Gallicese.

Hanno concesso poco o nulla ad un “ bomber” come Ciccio Piemontese.

E’ la lieta sorpresa l’esterno sinistro Andiloro , nessun timore a contrastare Foderaro. Che personalità !

E poi il tecnico  Fabio Crupi. Da preparatore dei portieri ad allenare la prima squadra , il passo è breve.

Due anni fa ci ha creduto Bruno Leo, una scommessa sino al momento vincente.

Umile, accetta i consigli, l’anno scorso ha raggiunto la salvezza, quest’anno un avvio scoppiettante.

Ringrazia lo staff tecnico dal preparatore atletico Demetrio Brancati ( a Coverciano per il corso) a Pasquale

Casciano, a Nuccio Pizzimenti, a Errigo, Germoleo, Cacurri, Santisi.

E poi il deux macchina Bruno Leo. Prima con la Nuova Archi, il Reggio Sud, adesso il Reggiomedierranea

ripescata due anni fa In Eccellenza. Ha vinto campionati nelle giovanili.

Amabile, irascibile a volte quando perde, fa rispettare le regole all’interno della società e dello spogliatoio .

E’ sempre supportato dal fido collaboratore Costanzo Cloro.

10 punti in cinque gare, Reggiomed che intende continuare a stupire senza assilli, Domenica si viaggia verso

Trebisacce.