Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio, Eccellenza – Reggiomed super, la corazzata Isola C.R. si ferma sullo Stretto

Calcio, Eccellenza – Reggiomed super, la corazzata Isola C.R. si ferma sullo Stretto

di Giuseppe Calabrò – L’Isola Capo Rizzuto  torna “normale”, fa pari sul nulla di fatto contro una Reggiomediterranea che tiene

testa alla super – corazzata ( o presunta tale) rischiando non molto , i locali nel primo tempo soprattutto

sono stati più agili, cercando  le rapide “ ripartenze”. Hanno sofferto solo nella parte  finale della gara

quando il laterale Scuteri  sulla corsia di sinistra si è fatto minaccioso con pericolosi cross , all’87 il neo

entrato Mancuso per poco non faceva gol, ma sulla linea di porta ha salvato  Falduto.

Il portiere Cannizzaro nonostante abbia giocato febbricitante è stato portentoso al 12 e al 19 del primo

tempo con due interventi da manuale su calci da fermo battuti da Corsale.

Poi per il resto l’Isola è sembrata una compagine compassata, lenta, opaco l’esterno Foderaro ben

controllato da un energico e costante Andiloro. Manovra “ monotematica” lanci lunghi a cercare , guarda

caso, il monumentale “ bomber” Ciccio Piemontese, poca ampiezza sulle fasce laterali.

La “ gabbia “ su Piemontese è stata implacabile, i centrali difensivi Mallamaci e Gianni Marcianò non hanno

sbagliato nulla, lo hanno quasi sempre anticipato anche di testa. Poche volte il “ bomber” ospite ha potuto

rendersi pericoloso in fase ultima. Ha “ spizzicato” di testa per i compagni ma con poca precisione.

All’asciutto Piemontese la formazione di Salerno stenta a trovare varchi offensivi, anche perché il

Reggiomediterranea arriva quasi sempre prima sulla palla,

Fiato, corsa, entusiasmo  per la compagine reggina che “gira” a mille, a metà campo Pietro Candido  fa

vedere buone verticalizzazioni, pericoloso anche lui su “palla” inattiva nel primo tempo che impegna

Lamberti. Soffre ad imporsi a centrocampo l’esperto , ex Palmese, Cordiano.

Al 43 Reggiomediterranea pericoloso con un colpo di testa dello “scalpitante” Manuel Monorchio che in

una occasione si fa anche applaudire per il fair play.

Nella ripresa il solito refrain , Reggiomed che controlla saggiamente il match, poche sbavature, l’isola spera

nel solito acuto pure nel finale di gara, ma stavolta non ci riesce nonostante le “ scorribande” sulla corsia

di sinistra dell’esterno Scuteri.  Trentinella entrato al posto dell’infortunato Foderaro da più vivacità all’

azione offensiva dell’imbattuta capolista , ma regge anche senza grandi affanni l’urto la formazione di casa.

Alla fine è un equo pareggio sul nulla di fatto. Davide ( Reggioomed)  ha fermato Golia ( Isola Capo Rizzuto).

Il differente budget economico  e valore dei singoli  non ha prevalso sul campo, evviva !  E’ un’ Isola che

probabilmente per quello che si è visto oggi  non“ straccerà” il campionato come la Palmese di due anni fa.

10 in pagella e in classifica per Cannizazaro e soci. L’Isola interrompe la “striscia vincente”  ( la Cittanovse

è ad un punto)  , ma continua a non subire reti, 450 minuti d’imbattibilità in campionato per Lamberti.

E’ molto difficile che ripeterà le gesta della Palmese di due anni fa ?  Uno stop che però non preoccupa

più di tanto il tecnico Rosario Salerno :  “Non era facile vincere a Croce Valanidi, siamo stati troppo  frenetici

, esordisce il tecnico dell ‘isola, nel cercare le palle lunghe per il solo  Piemontese, la difesa del

Reggiomediterranea ci ha concesso poco.  E ‘un  pari che non pregiudica il nostro obiettivo, ma che ci fa

anche capire che nessuno ci regalerà nulla . Faccio i complimenti a Fabio Crup”i.       

Nello stanzone del Reggiomed è festa grande. I co –presidenti Leo – Cloro distribuiscono pacche sulle spalle

a  tutti  i giocatori, pasticcini e champagne . Largo sorriso per un “gasatissimo” Fabio Crupi ( il più giovane

“ manico” della categoria) :  “Sono felice, ringrazio la società ,il mio staff tecnico e i giocatori. Con umiltà ci

stiamo prendendo belle soddisfazioni, abbiamo rivaleggiato alla pari contro una grande squadra come è l’

Isola Capo Rizzuto. Non parlo  – continua Crupi –  della prestazione dei singoli, la nostra forza è il “gruppo”.

Ci godiamo questo bellissimo pomeriggio, da martedì penseremo al Trebisacce. Guai ad illuderci, conclude,

Il nostro obiettivo è sempre la salvezza”.

Reggiomediterranea  0   –  Isola Capo Rizzuto 0                                        Eccellenza   5 giornata

Reggiomediterranea  : Cannizzaro  7, Cuzzola 6,5, Andiloro 7 (al 92 Digiacomantonio s.v.), Bossi 7, Marcianò

7,5, Mallamaci 7,5, Caputo 7, Vigoroso 7, Ventura 6,5 (al 74 Falduto s.v.), Candido 7, Monorchio 7. All Crupi

Isola Capo Rizzuto : Lanberti 6, Germino  6 , Scuteri 6,5, Cordiano 6, Itri 6, Ginobili 6, Foderaro 5,5, (al 51

Trentinella 6,5), Artese 6, Piemontese 5,5, Corsale 6, Di Micco 6 (all’ 87 Mancuso s.v.) All. Salerno

Arbitro- Molinaro di Lamezia Terme 6 ( D’ Agostino di Catanzaro, Roperto di Lamezia terme)