Home / Sport Strillit / BASKET / Paternoster: “Alla mia Viola Reggio Calabria sono mancate le gambe e l’amalgama”

Paternoster: “Alla mia Viola Reggio Calabria sono mancate le gambe e l’amalgama”

“Nei primi 30-32 minuti abbiamo espresso una buona pallacanestro. Nel finale ci sono mancate le gambe ed è su quell’aspetto che dobbiamo lavorare”.
Il coach della Viola Paternoster commenta così la sconfitta subita dalla Viola Reggio Calabria ad Agropoli (leggi qui) ai microfoni di Radio Antenna Febea.
“Abbiamo pagato – prosegue – il fatto di non esserci mai potuto allenare al completo. Affrontavamo una buona squadra su un campo caldo e ieri si è visto che il nostro è ancora un gruppo totalmente nuovo e che, in alcuni momenti, non ha avuto la lucidità per gestire al meglio le fasi delle partite. Abbiamo davanti ventinove partite e speriamo di raggiungere presto un buon amalgama”.
Poi un giudizio su Falluca nel quintetto base: “Cambierò spesso lo starting five, perchè non mi piace averne uno predefinito. E’ partito subito in campo perchè volevo sorpendere Agropoli ed avere imprevedibilità dall’arco. Poi pensavo potesse fargli bene al morale, anche se l’ho visto un pò timoroso. Già dalla prossima mi aspetto di vederlo più convinto”.

E’ una Viola che dovrà giocare le prime cinque partite fuori casa per via della squalifica del Pentimele: “Anche in campo neutro mi aspetto di essere sostenuto dai nostri tifosi che ad Agropoli sono stati encomiabili. So che arrivare a Barcellona è un sacrificio umano ed economico, ma ci serve il loro sostegno contro una squadra tosta e che ha iniziato nel segno della quantità rispetto alla passata stagione.”