Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – Viola, è campionato. Per Paternoster subito il “suo” Agropoli

Basket – Viola, è campionato. Per Paternoster subito il “suo” Agropoli

di Vittorio Massa – Il campionato della Viola riparte da Agropoli. I campani dopo aver recitato il ruolo di matricola terribile lo scorso anno, sotto la guida proprio del nuovo coach neroarancio Paternoster, sono chiamati alla stagione della riconferma. Tante le novità in casa BCC che per l’occasione inaugurerà il nuovo impianto di Torquara. Via i protagonisti della scorsa annata come Tavernari, Trasolini e Roderick il nuovo roster campano, guidato dall’affidabile Finelli, si baserà tantissimo sull’apporto del duo americano Taylor e Langford. Taylor, guardia tiratrice con buoni mezzi fisici, porterà ad Agropoli l’esperienza di un giocatore alla soglia dei 34 anni ma con un passato importante sin dagli inizi di carriera con la canotta di Washikngton. Reggiana, Venezia e Casale le sue avventure italiane. Kevin Langoford, fratello minore dell’ex star di Milano Keith, sarà invece il lungo di riferimento. In regia le chiavi del gioco saranno affidate all’esperto Santolamazza che ha così presentato la gara ai microfoni di Radio Antenna Febea: “ Siamo una squadra nuova e i due americani sono arrivati solo da pochi giorni. Mi aspetto una gara divertente, con un gran ritmo da parte di tutte e due le squadre. Sarà una stagione equilibrata, la Viola ha creato un roster competitivo ed è allenata da un grande coach”. Finelli chiederà molto anche al trio di italiani composto da Turel e Carenza,confermati dallo scorso campionato, e il pivot Molinaro reduce da una buona stagione a Ravenna.

In casa Viola tutti disponibile tranne Ion Lupusor che rientrerà tra poco meno di un mese. Paternoster per il suo ritorno ad Agropoli potrà contare finalmente sul recupero di Matteo Falluca, assente per gran parte del precampionato. A Marulli e co. il compito di iniziare nel migliore dei modi una stagione che potrà essere decisa proprio dai successi ottenuti lontano dalle mura amiche.