Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza, Baclet: “Sono pronto, in casa bisogna vincerle tutte”

Cosenza, Baclet: “Sono pronto, in casa bisogna vincerle tutte”

Accompagnato da momenti di diffidenza, il Cosenza prosegue il suo cammino in questo avvio di stagione secondo programmi. Dieci punti conquistati in sei gare, rappresentano un bottino interessante per una squadra partita con il chiaro obiettivo di guadagnare un posto all’interno della griglia dei play off. Registrando, inoltre, che durante questo breve tratto di campionato, il tecnico Roselli non ha avuto sempre a disposizione l’organico al completo per una serie di infortuni. Dopo una lunga degenza, è tornato a disposizione l’attaccante Baclet, uno di quelli che in questa categoria, potrebbe davvero fare la differenza: “Spero di dimostrare presto le mie qualità, la squadra sta facendo bene e sono contento ma voglio dare molto di più, certo le mie condizioni non sono state ottimali ma lo staff medico ha fatto un ottimo lavoro con me ed ora sto molto meglio, poi giocare spezzoni di partite mi aiuta ad acquisire una condizione sempre migliore. Lo scorso anno ho giocato col 4-3-3 ed ho fatto quattordici gol, parlano i numeri; la concorrenza? quest’anno c’è Giuseppe Gambino, lui è un ottimo attaccante e sono convinto che avere un attaccante dalle caratteristiche simili e soprattutto bravo come lui aiuti a mantenere alta la concentrazione. Col 4-3-3 riusciamo a mantenere anche un’ottima copertura a centrocampo, finché la squadra gira bene sono felice, poi in questo modulo posso giocare sia esterno che centravanti. La mia carriera è stata particolare, ho fatto abbastanza bene all’inizio, quando avevo 25 anni, poi un po’ di infortuni al ginocchio ed anche qualche mio limite mentale mi hanno frenato e causato non pochi problemi; ora però mi sento maturo e so di poter dare tanto. Credo che la classifica stia rispettando i pronostici della vigilia, abbiamo perso tre punti importanti contro il Taranto ma sono convinto che alla lunga usciremo alla grande, soltanto dobbiamo crederci di più fuori casa. La mia esperienza a Lecce? Mi sono trovato bene, ho conosciuto lì la mia ragazza e mi sono fermato, ma in generale adoro il Sud Italia, per quanto riguarda il calore della gente è qualcosa di impareggiabile. Il fatto di avere un biennale non mi consente di adagiarmi questa stagione, devo pensare a fare bene sin da subito. La Virtus Francavilla ha un buon organico ma noi, in casa, dobbiamo vincerle tutte, combattere con umiltà e dare il massimo per ottenere la vittoria”.

fonte: ilcosenza.it