Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Atletica – 40^ edizione del Memorial Musacchio. Colonese unico vincitore calabrese

Atletica – 40^ edizione del Memorial Musacchio. Colonese unico vincitore calabrese

Alla 40^ edizione del Memorial Prospero Musacchio, manifestazione su pista per rappresentative regionali, che si è disputata a Campobasso sabato 24 u.s., la Calabria è stata presente con soli 13 atleti della categoria cadetti che, nell’occasione, si sono difesi con orgoglio, riuscendo a conquistare anche ottimi piazzamenti. La formazione calabrese, accompagnata dal FTR Pino Pignata e dai tecnici Maurizio Leone e da Alina Grigore, ha ricevuto un adeguato sostegno tecnico e morale, evidenziando una bella compattezza di gruppo e una voglia di difendere i colori della Calabria. A scendere per primo in pista, o meglio in pedana, è stato Alessandro Raneri, martellista dell’Atletica Olympus, che conquista un meritato terzo posto, scagliando il martello da kg. 4 alla misura di m. 46,79. Non molto soddisfatto il giovane lanciatore, visto che prospettava di andare oltre il muro dei m. 50. Ancora nei lanci, Alessandro Ferrara, pesista anch’egli dell’Atletica Olympus, ha dovuto cedere alla superiorità del 1° classificato nella gara del lancio del peso, il pugliese Carmelo Musci, che vince con m. 19,56; ma per il reggino la misura di metri 15,17 costituisce il suo nuovo primato personale e, il ragazzone, sapientemente, si accontenta di questo ulteriore “lancio” in avanti, anche perché con un lancio effettuato fuori settore aveva sfiorato i 16 metri. Nella gara del salto in alto, era impegnato Matteo Gulloni, dell’Atletica Siderno che valica l’asticella posta a m. 1,72 ma si deve arrendere alla misura successiva di m. 1,75 che, né lui, né il vincitore (per numero inferiori di salti nulli) riescono a saltare. Una medaglia d’argento, con la stessa misura del vincitore, non può che soddisfarlo, anche se con un pizzico d’amaro in bocca. La gara dei metri 80 ha visto impegnati due nostri cadetti, Vincenzo Nicolò (Atletica Barbas RC) e Giuseppe Palermo (Atletica Amica CZ) che ottengono entrambi il personale sulla distanza. Personal best anche per Bruno Capogreco (Atletica Zagara di Sant’Ilario dello Ionio) che nei m. 300 ottiene il tempo di 41”33 e Antonino Marino (Atletica Minniti RC) che nei m. 300 hs ferma i cronometri a 46”31. Nella gara del salto in lungo si migliora anche Francesco Stranges (Atletica Amica CZ)che ottiene metri 5,01. Nei metri 2000 Antonino Saffioti (Violettaclub Lamezia) si migliora di cinque secondi, e chiude i cinque giri della pista in 6’45”55. Non riesce a migliorarsi invece Yossef Nasr Allah (Atletica Zagara) che nei m. 1200 siepi non va oltre il 4’26”61, come neppure Antonio Pangallo (Atletica Siderno) che nella gara del lancio del giavellotto si deve accontentare della misura di m. 28,52. La gara di marcia ha visto impegnato il reggino Carmelo Gambello (Atletica Icaro) che, accodandosi a un carrozzone che non andava molto spedito, termina al quinto posto vicinissimo al proprio personale e chiudendo in 27’13”64. Unico vincitore tra gli atleti calabresi è stato Martino Colonese, mezzofondista della Cosenza K42 che, nella gara dei 1000 metri, dal sapore fortemente tattico, riesce ad agguantare a pochissimi metri dal traguardo una vittoria che lo qualifica oltre che per le sue doti di corridore, anche per essere riuscito a prevalere sugli avversari che gli hanno tenuto testa durante il corso di tutta la gara.

fonte: calabria.fidal.it