Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – Viola ora si fa sul serio. Paternoster vuole un impatto forte

Basket – Viola ora si fa sul serio. Paternoster vuole un impatto forte

di Vittorio Massa – Una squadra totalmente nuova con dieci arrivi, un nuovo CdA, un precampionato caratterizzato da tantissimi infortuni e la squalifica del PalaPentimele piombata all’improvviso. Non è stato semplice il cammino di avvicinamento al nuovo campionato per la Viola Reggio Calabria ma da domenica, salvo imprevisti, si inizierà a fare sul serio. Come si avvicinano i neroarancio all’esordio contro Agropoli? Il “Memorial Morelli” ha lanciato segnali più che positivi. Oltre al successo finale, importante ma pur sempre di precampionato trattasi, ciò che è emerso dalla due giorni lombarda è la presenza di una squadra in grado di saper gestire le difficoltà e che è sulla strada giusta dal punto di vista dell’identità. Corsa, sacrificio, intensità. Questo il diktat di coach Paternoster che parte a fari spenti per poi sorprendere cercando di ripetere quanto ti straordinario ha fatto sulla panchina proprio di Agropoli. Per lui sarà un ritorno al passato , per la Viola lo sguardo sarà solo al futuro.
Certi della lunga assenza di Lupusor e con un Falluca aggregatosi solo in settimana, Paternoster sembra aver già varato le possibili soluzioni d’emergenza. Tanto, se non tutto, della mole offensiva passerà dalle mani di Alex Legion e Ivica Radic. I due stranieri saranno le due “bocche di fuoco” dei neroarancio con il croato costretto a fare gli straordinari sotto le plance in attesa della maturazione del giovane Guariglia e della piena forma di Micevic. L’ago della bilancia sarà Fabi. Il nuovo capitano sarà fondamentale in entrambe le fasi, la sua adattabilità a più ruoli (in questo precampionato l’abbiamo visto in vesti sia di play che di “quattro atipico”) e il suo talento saranno le armi in più. In regia ci sarà Marulli, uomo di fiducia del coach e giocatore in grado sia di dettare i ritmi che di vestire i panni del realizzatore. Proprio l’infortunio di Marulli ha forse dato un’accelerata al processo di maturazione del giovane Caroti. Tanti minuti in pre season e perché no, già da domenica in A2.