Home / Sport Strillit / BASKET / Trofeo Sant’Ambrogio, la Viola batte Catanzaro (54-88) e affronterà Napoli in finale

Trofeo Sant’Ambrogio, la Viola batte Catanzaro (54-88) e affronterà Napoli in finale

di Gianni Tripodi – Ha preso il via ieri sera la 44sima edizione del Trofeo Sant’Ambrogio nella location del Pala Mazzetto di via Pio XI. Il torneo di basket reggino per eccellenza organizzato per volontà della famiglia Sant’Ambrogio con l’intento di tenere vivo il ricordo dei cari Mario e Iliano e della signora Enza quest’anno ha rischiato di non svolgersi, la volontà dell’organizzazione di non interrompere la tradizione nonostante tutti gli impedimenti e le difficoltà ha però avuto la meglio. Nella prima gara d’apertura tra l’Olimpia Matera e il Cuore Basket Napoli hanno avuto la meglio i campani dell’ex Ponticiello (83-91) che affronteranno così in finale la Viola. Derby tutto calabrese invece nella seconda semifinale tra i padroni di casa della Viola e la Planet Basket Catanzaro con il reggino Gianni Tripodi nel ruolo di direttore tecnico. Paternoster schiera in quintetto Caroti, Legion, Fabi, Lupusor e Radic con Fallucca e Marulli ancora out. Gara equilibrata nei primi minuti di gioco, Legion scalda la mano con gli ospiti che si affidano alle giocate del reggino Latella (5 punti), i nero arancio colpiscono dalla lunga distanza con Caroti e Fabi, 10-11. Caroti gioca con grande personalità e Radic a realizzare sotto le plance, arriva così il primo allungo Viola sul +7 e il primo timeout per coach Pullano. Gli uomini di coach di Paternoster difendono forte, Legion e Fabi fanno la differenza dall’altro lato del parquet, 14-28. Secondo quarto: Catanzaro con un parziale di 7-2 prova a ridurre il gap, Fabi e compagni male in attacco e Paternoster subito a fermare il match, 23-30. Gli ospiti si avvicinano, serve la tripla di Legion a scuotere i compagni, si accende Di Dio con cinque punti consecutivi e son dolori per la difesa nero arancio, 31-34. Tre triple consecutive e una schiacciata in contropiede di uno scatenato Legion valgono il +14, si va all’intervallo sul 35-48. Terzo quarto: Tanti errori da una parte e dell’altra, i nero arancio corrono e vanno a realizzare con Fabi e Lupusor, sul 37-55, timeout Pullano. Uno straripante Legion continua a martellare il canestro avversario, +21 a 4’23” dal termine con Catanzaro che sembra aver mollato la presa, 44-68. Quarto quarto: Match ormai concluso, gli ospiti provano a ridurre l’ampio gap, Micevi e Fabi arrotondano il tabellino, spazio per Guaccio, Guariglia e Barrile, finisce 54-88. Questa sera si disputeranno le finali per il 1° (17.30) e il 3° posto (19.30), durante l’intervallo verranno premiati Carlo Recalcati e Giovanni Benedetto.
Planet Basket Catanzaro – Viola Reggio Calabria 54-88
Parziali: 14-28, 35-48, 44-68, 54-88
Planet Basket Catanzaro: Artioli 3, Carpanzano 6, Calabretta ne, Naso, Guadagnola 15, Monacelli 2, Di Dio 11, Latella 7, Morici 7, Battaglia ne, Dell’Uomo 3, Procopio,
Coach: Orlando Pullano
Viola Reggio Calabria: Guaccio 2, Radic 10, Fabi 21, Lupusor 3, Legion 22, Micevic 9, Barrile 2, Marulli ne, Guariglia 1, Caroti 16
Coach: Antonio Paternoster