Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Reggio – Admo Calabria organizza l’evento benefico “Match it now”

Reggio – Admo Calabria organizza l’evento benefico “Match it now”

La vita di tanti giovani passa attraverso la donazione. Per questa ragione Admo Calabria, l’associazione donatori midollo osseo, ha voluto organizzare l’evento “Match it now” per il prossimo weekend all’Arena dello Stretto, con lo scopo di sensibilizzare i reggini sull’importanza del donare la vita agli altri. L’evento, che si svolgerà sabato 17 e domenica 18, ha ricevuto il patrocinio morale del Comune e del Consiglio Regionale e l’appoggio di altre associazioni aderenti al progetto (Avis, Adspem Fidas, Ail, Gadco, Protezione Civile La Garibaldina), e dei partner sportivi (Asd Marco Montoli, Area 51 Fitness, Asd Bocale Admo e Sword). A Palazzo San Giorgio stamane è stato illustrato il programma delle attività, gratuite, che inizieranno sabato alle 17 con un percorso di gimkana in bike per bambini e l’allestimento di un’area fitness a disposizione dei cittadini. Saranno presenti per l’occasione anche dei punti informativi per il reclutamento di nuovi donatori di midollo e sangue. Le attività proseguiranno nella giornata di domenica con momenti sportivi dedicati alla zumba, pilates, kangoo, spinning per chiunque voglia partecipare. Oltre ai punti informativi sarà presente anche l’autoemoteca messa a disposizione dall’Avis, per la raccolta sangue e per la tipizzazione di eventuali donatori di midollo.
“L’evento nasce dalla richiesta del ministero della Salute in occasione della settimana di donazione del midollo osseo e delle cellule staminali – ha affermato la responsabile Admo di Reggio Calabria Manuela De Lorenzo – ed è frutto di una sinergia associativa poco diffusa in città”. L’esigenza di reperire donatori è stata evidenziata dalla responsabile del Registro regionale dei donatori di midollo Giuseppina Romeo: “E’ difficile trovare la compatibilità per un trapianto considerato che siamo uguali uno su centomila. Ma se a livello mondiale i donatori di midollo sono arrivati alla soglia dei 27 milioni, in Calabria sono appena settemila”.
“Soltanto il 25 percento dei pazienti riesce a trovare il donatore all’interno della famiglia – ha aggiunto il referente medico Admo Giuseppe Console – e questo quadro peggiora se si considera che la Calabria è la terz’ultima regione d’Italia per numero di donatori. Spesso il concetto di “donazione” è associato a qualcosa di negativo, ma tengo a sottolineare che si tratta di una procedura incruenta, indolore e resta anonima”.
A rassicurare l’opinione pubblica sulle procedure applicate a Reggio è il consigliere delegato alla Sanità del Comune Valerio Misefari: “Le nostre strutture ospedaliere sui trapianti sono all’avanguardia e le uniche in Calabria ad avere certificazione internazionale, rilasciata da enti sovranazionali che conducono periodicamente controlli capillari per accertare che il lavoro svolto rientri negli standard dei migliori centri internazionali”. Lo stesso evento sportivo e di sensibilizzazione sarà ripetuto sabato 24 a Gioia Tauro.