Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Atletica – Nella due giorni a Cosenza, in evidenza Barletta, Raneri e Trapasso

Atletica – Nella due giorni a Cosenza, in evidenza Barletta, Raneri e Trapasso

La due giorni cosentina, disputatasi presso i due impianti attigui di atletica leggera del rione San Vito, hanno visto una discreta partecipazione di atleti che, distribuiti tra Campo Scuola, per i soli lanci e il salto con l’asta e Stadio San Vito, per tutto il resto, hanno messo in evidenza delle buone individualità nelle diverse categorie impegnate e sono servite per cominciare ad assegnare i posti per le prossime rappresentative regionali, cui la Calabria prossimamente prenderà parte.
Oltre alla rituale partecipazione, con la categoria cadetti al Trofeo Musacchio su pista, in programma a Campobasso il prossimo 24 settembre ed i successivi Campionati Italiani Cadetti/e su pista di Cles (Trentino), quest’anno verrà varata pure una rappresentativa Master, composta da circa 30 atleti, che il 1° ottobre sarà impegnata ad Ariano Irpino (AV) a difendere i colori della Calabria al Trofeo delle Regioni su pista. A mettersi in evidenza nella categoria cadetti il giovane martellista Alessandro Raneri (Atletica Olympus), al primo anno nella categoria, che ha fatto registrare un discreto lancio di m. 49,26 che lo pone tra i favoriti al Musacchio di Campobasso, ma poi dovrà impegnarsi ulteriormente per la conquista dei migliori piazzamenti agli individuali di Cles.
L’atleta, che da ragazzo ha impressionato nella gara del lancio del peso, da quest’anno è passato ad altra specialità (il martello), forse a lui più congeniale e dove potrebbe esprimere dei lusinghieri risultati tecnici. Tra i cadetti, ancora un lanciatore, Riccardo Ferrara, pesista dell’Atletica Olympus, che ha scagliato l’attrezzo da kg. 4 a m. 14,12. Tra gli juniores, ancora in bella mostra Giovanni Barletta (Atletica Olympus) che nella giornata di sabato ci regala un importante risultato nei m. 400 piani: 49″40 il tempo impiegato a compiere il “giro della morte”, che costituisce il nuovo primato regionale, già dallo stesso detenuto. La giornata di domenica, per lui non è stata molto fausta, visto che appena dopo pochi metri dall’avvio della gara dei m. 200, il “Mennea Day”, che rappresentava la gara in memoria di Pietro Mennea, è costretto a fermarsi per un risentimento muscolare. Ad onorare questa gara, 19 atleti/e distribuiti tra tesserati e non, che hanno ricordato con il loro impegno il passato glorioso di un atleta che ha rappresentato tanto per la nostra Atletica Leggera. Nella gara di marcia km 10, in evidenza lo junior Attilio Trapasso, rappresentante del Centro Sportivo Giovanile di Catanzaro Lido, che completa i 25 giri di pista nel tempo di 45’45″33.
fonte: calabria.fidal.it